Lucini svela i “magnifici otto”. Attesa per i due super-tecnici

Palazzo Cernezzi
Alle 17.30 di oggi cadrà il velo sugli otto nomi che comporranno la giunta del Comune di Como. Sarà naturalmente il neosindaco del centrosinistra, Mario Lucini, a indicare volti e deleghe.
Restano sostanzialmente 3 le incognite. La prima riguarda l’esatta collocazione nello scacchiere politico di Marcello Iantorno. Per lui le opzioni sono 2: presidente del consiglio comunale oppure assessore.
Il nodo vero – che in realtà nelle segrete stanze del centrosinistra sarebbe già stato sciolto – riguarda i due super-tecnici destinati
a fare gli assessori alla Viabilità e alle Strade e, nel secondo caso, alla Cultura. Potrebbero non essere nomi conosciutissimi al grande pubblico ma con estrema competenza specifica. Più chiaro il resto dello scenario: saranno certamente assessori Giulia Pusterla, Lorenzo Spallino, Gisella Introzzi, Bruno Magatti, Silvia Magni e, appunto, uno tra Marcello Iantorno e Stefano Legnani. Difficilissimo, ma non da escludere in assoluto, che in qualche modo possa rientrare nei giochi anche l’esclusa eccellente della lista Per Como, Roberta Marzorati.

Nella foto:
Il neosindaco di Como, Mario Lucini, in una delle prime uscite con la fascia tricolore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.