L’Udc pronta a ballare da sola. «Abbiamo fatto piazza pulita»

Il nuovo segretario provinciale
«Pronti a correre da soli in Comune». Il neosegretario dell’Udc – eletto nel congresso provinciale di ieri mattina – guarda alle elezioni amministrative di primavera 2012. Giusto ieri mattina, la Lega ha avviato la campagna elettorale.
Nemmeno l’Udc perde tempo: David D’Ambrosio, segretario comasco del partito di Pierferdinando Casini, sostiene la necessità di «calmare gli animi», perché «si arriva da quattro anni di amministrazione criticabile».
L’Udc comasca ha

passato un periodo difficile durante il lungo commissariamento di Graziano Maffioli.
«Abbiamo fatto piazza pulita, azzerato il partito e cancellato nomi che non condividevano i nostri valori. Abbiamo insomma ricominciato da capo: un anno fa eravamo rimasti in venti. Ora siamo in duecento. Vogliamo ripartire dalle persone, non dalle tessere. Troppo facile affidarsi a chi, forte di una notevole disponibilità economica, è pronto a portare tessere. In un momento in cui i “malpancisti” si moltiplicano, sia nel Pdl sia nel Pd, l’Udc inizia a far gola. Ma noi non condividiamo questa logica».
L’obiettivo politico, aggiunge D’Ambrosio, è avere almeno un assessore nella prossima giunta di Como. «Per avere peso specifico in Comune. È ovvio. Ma, ancor prima, ci interessa presentarci con persone e programmi seri, perché la città ha problemi gravi: lavori pubblici, bilancio, patrimonio».
Allo stato attuale, continua il segretario, sarebbe più probabile vedere l’Udc da sola. «C’è una prospettiva di terzo polo anche a Como. Non siamo contrari per principio a un’alleanza, se fatta con persone e programmi condivisi. Ma piuttosto che stringere un’alleanza che non ci convince, andremo da soli pagando dazio magari in termini di voti».

Andrea Bambace

Nella foto:
Il neosegretario dell’Udc comasca, David D’Ambrosio, durante il congresso ( Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.