A Lugano la pittura di Bruno Saba

Bruno Saba nel suo studio di Como Bruno Saba nel suo studio di Como

 

Si intitola “Century” la prima personale svizzera del maestro Bruno Saba, pittore comasco, che viene inaugurata oggi alle 18 alla Galleria Absolute Art di Lugano in via Lucchini 4.  La rassegna  è  un excursus lungo quarant’anni di pittura di Saba, nato a Roma nel 1940 e formatosi alla scuola di Domenico Purificato, Renato Guttuso e Luigi Montanarini.  Scrive il critico d’arte Luigi Cavadini nel catalogo della personale di Lugano: «Discrimine e nello stesso tempo cerniera tra la sua pittura precedente e quella successiva è sicuramente “Lo spettro della guerra” del 1980, in cui sviluppa con coerenza il suo estro narrativo in una costruzione che riesce a racchiudere in un palpabile crescendo paure, angosce, sofferenze che accompagnano ogni conflitto». La pittura di Saba da quel momento non avrà più bisogno di figure e il colore – steso con la particolare tecnica della “pettinatura” – diverrà l’elemento centrale della ricerca. «Saba – scrive ancora Cavadini – si ritira in spazi onirici, surreali e asettici, raggiunge il luogo più lontano della sua fuga dalle cose palpabili verso una forma originale di astrazione geometrizzante».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.