«UN BOTTO, TANTO FUMO E URLA DI SPAVENTO»

Como 26 aprile 2010, deraglia un treno delle Ferrovie Nord Milano per una errata manovra sugli scambi

di ANNA CAMPANIELLO

Il racconto dei testimoni
Un botto, il fumo, la corsa fuori dai vagoni, le urla terrorizzate dei passeggeri. Minuti di panico alle 18.40 di ieri alla stazione di Como Borghi delle Ferrovie Nord. Un convoglio proveniente da Milano è deragliato proprio al momento dell’arrivo nello scalo del capoluogo. La carrozza centrale è uscita dai binari e si è schiantata contro un palo elettrico. Fortunatamente nessuno tra passeggeri e personale è rimasto ferito. Il traffico ferroviario è rimasto interrotto per ore e soltanto questa
mattina la situazione dovrebbe tornare alla normalità. Sul convoglio deragliato, partito da Milano alle 18, viaggiavano decine di passeggeri. Le Ferrovie Nord non hanno ancora fornito alcuna informazione ufficiale sulle cause dell’incidente.
Dalle prime ricostruzioni, il treno – uno dei più moderni della flotta di Fnm, composto da sei carrozze a due piani – ha viaggiato regolarmente fino a Como. All’ingresso nella stazione Borghi, il treno avrebbe dovuto imboccare il binario di destra, come d’abitudine. Probabilmente però qualcosa non ha funzionato nella manovra di scambio, perché le prime tre carrozze sono andate sul primo binario, quello di sinistra. Soltanto la seconda metà del convoglio è stata indirizzata sul binario previsto. La carrozza centrale è così deragliata, ha invaso la banchina tra i due binari e ha colpito un palo della segnaletica ferroviaria. Al momento dell’incidente, il treno procedeva a velocità ridotta proprio perché si sarebbe dovuto fermare in stazione. Le conseguenze per le decine di passeggeri sono state dunque fortunatamente minime.
Grande paura a bordo del treno, soprattutto nella carrozza uscita dai binari. I passeggeri, spaventati per il colpo avvertito chiaramente e, soprattutto, per il fumo che ha subito invaso i vagoni, si sono precipitati all’esterno, fuggendo sulla banchina e allontanandosi dal treno.
I soccorsi sono scattati immediatamente. A Como Borghi sono intervenuti i mezzi dei vigili del fuoco, l’automedica del 118 di Como e le ambulanze della Croce Azzurra. Nessuno tra i passeggeri e il personale di servizio ha avuto però bisogno delle cure dei sanitari.
A causa dell’incidente, il traffico sulla linea è stato completamente interrotto. I treni da e per Milano sono stati bloccati a Camerlata e le Ferrovie Nord hanno istituito un servizio di bus navetta per Como Borghi e Como Lago.
I tecnici di Fnm sono intervenuti immediatamente per accertare la dinamica dell’incidente e soprattutto per avviare i lavori di rimozione del convoglio e di ripristino della circolazione. La situazione dovrebbe tornare alla normalità già questa mattina.
«Abbiamo sentito un botto – raccontano Sami Airi e Murat Bzughi, giovani turisti francesi – La carrozza è andata in diagonale, fuori dai binari, pochi secondi dopo abbiamo visto subito una nuvola di fumo e siamo fuggiti».
«I passeggeri erano terrorizzati e urlavamo tutti per la paura – aggiunge Karim Larabi – Per fortuna il treno viaggiava lentamente e nessuno è rimasto ferito. Siamo usciti velocemente e ci siamo allontanati; attorno al treno c’era molto fumo».

Nella foto:
Il treno delle Ferrovie Nord finito fuori dai binari nel tardo pomeriggio di ieri alla stazione di Como Borghi (foto Baricci)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.