Cronaca

Lunedì il recupero del battello: costi per 10 mila euro

L’assessore: «Manovra complessa, dobbiamo fare in fretta»
Inizierà lunedì il recupero del battello spazzino affondato nella notte tra mercoledì e giovedì, forse in seguito alle violente folate di vento. L’operazione dovrebbe durare tutta una giornata, e il natante dovrebbe poi essere trasportato a Tavernola.
Su questa ultima destinazione non ci sono tuttavia certezze. Il costo dell’operazione, affidata ad una società privata, si aggirerà sui 10 mila euro.
Solo una volta recuperato il battello inizierà tutta una serie di valutazioni sull’eventuale recupero o meno. Nel caso dovesse risultare irrecuperabile il battello spazzino, una soluzione alternativa potrebbe essere utilizzare quello che pulisce l’Altolago.
Essendo infatti evidente la maggiore urgenza per un braccio di lago chiuso come quello che giunge a Como, rispetto ad uno dove l’acqua seppur lentamente scorre. «Il nostro intento è fare le cose più velocemente possibile – spiega al riguardo l’assessore all’Ambiente del comune di Como, Bruno Magatti – Il serbatoio, per il momento, sta tenendo ma non possiamo correre rischi ambientali».
Le operazioni di recupero non saranno affatto semplici, per questo ci si è affidati ad una società privata esperta nel campo. «La barca è ancorata in parte ancora alla banchina. In pratica c’è stata una rotazione prima che si inabissasse. Ora si trova in verticale. Per questo la manovra che dovrà essere eseguita sarà complessa». È stata compiuta anche una prima analisi del relitto che giace sul fondo: «La chiglia sembra intatta al momento – conclude Magatti – Ma solo una volta che il battello sarà tornato a galla potremo valutare meglio cosa è successo e l’eventuale recupero dello stesso per l’attività di pulizia del lago. I costi si aggireranno attorno ai 10 mila euro. Una spesa che non è eccessiva e che possiamo sopportare».

Mauro Peverelli

Nella foto:
Società privata
Sarà una società privata ad occuparsi lunedì mattina del recupero del battello spazzino affondato (nella foto Fkd). Una scelta obbligata, visti i rischi dell’operazione che dovrebbe comunque concludersi in giornata
25 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto