Lutto nel basket: è morto Pierfrancesco Betti

Lutto nel mondo del basket e per la Pallacanestro Cantù. È infatti scomparso, all’età di 48 anni, Pierfrancesco Betti, che all’inizio di questa stagione è stato per qualche mese direttore sportivo della Pallacanestro Cantù.  Nato a Roma il 4 gennaio del 1969, Betti aveva iniziato la sua carriera di dirigente cestistico come team manager nel 1990 al Messaggero Roma con cui aveva vinto una Coppa Korac. Nel corso degli anni Betti aveva conquistato come general manager per quattro volte la promozione in serie A con Reggio Calabria (1999), Roseto (2000), Teramo (2004) e Caserta (2008). Lo scomparso dirigente era inoltre stato protagonista di un biennio esaltante con la Carpisa Napoli. Dal 2005 al 2007 si era aggiudicato una Coppa Italia, aveva raggiunto una semifinale scudetto e aveva partecipato alla Regular Season di Eurolega. Nell’estate del 2012 Betti era stato nominato general manager di Ferentino, in serie A2, dove è rimasto per tre stagioni ricoprendo contemporaneamente anche il ruolo di Consigliere della Lega Nazionale Pallacanestro.

La sua ultima esperienza per pochi mesi a Cantù, prima della sua scomparsa. E con parole accorate lo hanno voluto ricordare Irina e Dmitri Gerasimenko. «Pier Francesco, prima di essere un collega ed un professionista, è stato un grande amico e un Uomo con la “U” maiuscola – ha scritto Irina Gerasimenko – È stato fedele al suo impegno fino al suo ultimo respiro e, nonostante le difficoltà, non si è mai dato per sconfitto. Il suo splendido ricordo rimarrà nella memoria di tutte le persone che lo conoscevano».

«Mi dispiace molto per non essere riuscito a stringere la mano a questo grande uomo – è il messaggio del patron Dmitry Gerasimenko – Pur lavorando con lui via Skype e tramite telefono ho capito fin da subito che si trattava di un vero professionista. Quando persone di questo livello ci abbandonano così presto è sempre un grande dispiacere».

Messaggi di cordoglio sono arrivati attraverso i social anche dall’allenatore della Pallacanestro Cantù Marco Sodini,  dal futuro amministratore unico Andrea Mauri, da Mattia Paganoni di Tutti Insieme Cantù, dal team manager Diego Fumagalli e da tanti tifosi del club brianzolo.

Articoli correlati