Cronaca

Lutto nel Comasco, è morto Giorgio Bordoli. Commercialista e revisore, fu presidente di Acsm

altIl ricordo
Un grave lutto ha colpito il Comasco. Si è spento dopo aver lottato a lungo contro la malattia Giorgio Bordoli. Commercialista e revisore dei conti, Bordoli ha ricoperto nella sua lunga carriera professionale una serie di incarichi in aziende – su tutte la presidenza di Acsm tra il 2004 e il 2007 – oltre che in associazioni imprenditoriali, culturali e club di servizio. Avrebbe compiuto ottant’anni il prossimo maggio.
Era nato a Varese, da Carlo, condirettore generale del Banco Lariano (dove anche Giorgio effettuò alcuni stage) e Ludovica Crivelli Visconti.

 Dopo il diploma in Ragioneria al “Caio Plinio Secondo” di Como, la laurea in Economia e Commercio alla Cattolica di Milano. Bordoli trascorre poi un decennio in un grande gruppo industriale brianzolo come direttore amministrativo per poi optare, nel 1968, per la carriera professionale quale commercialista e in seguito revisore dei conti. Sempre nel 1968 assume le redini di un importante studio a Erba, che oggi ha una sede anche a Roma. Giorgio Bordoli lascia tre figli: Carla, Emilio e Riccardo. I due maschi hanno seguito la professione paterna dopo la laurea in Economia e Commercio e da oltre trent’anni sono inseriti nello studio dove hanno rilevato dal patriarca l’eredità professionale e spirituale nella continuità di specializzazione a servizio della clientela.

 

Dicevamo del lungo impegno di Bordoli, nominato cavaliere nel 1975, in enti e associazioni del territorio. Impegno iniziato nel suo “Caio Plinio Secondo”, che lo vide brillante studente, poi docente e presidente degli Ex Allievi.
Socio fondatore del Rotary Club “Erba-Laghi” e past president del Club “Erba-Cantù” è stato presidente dei tributaristi comaschi e consigliere dell’associazione a livello nazionale, oltre che consigliere dell’Asda della Bocconi di Milano. Dal 1993 è stato membro nell’assemblea della Confédération Fiscale Européenne.
Vicepresidente de “La Banca dei Laghi” e vincitore dell’onorificenza regionale “Rosa Camuna”, fu tra i soci fondatori nel 1997 anche del nostro quotidiano.
Durante il suo mandato in Acsm, si ricordano i brillanti risultati finanziari ottenuti e l’impegno profuso per la divulgazione della cultura dell’acqua e dell’energia tra gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
Ai familiari di Giorgio Bordoli le più sentite condoglianze da parte di tutto il “Corriere di Como”.

P.An.

Nella foto:
Giorgio Bordoli si è spento ieri. Avrebbe compiuto 80 anni il prossimo maggio, lascia tre figli, due dei quali lo hanno seguito nella professione (Fkd)
3 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto