Cronaca

Lutto nel Comasco, è morto Giorgio Bordoli. Commercialista e revisore, fu presidente di Acsm

altIl ricordo
Un grave lutto ha colpito il Comasco. Si è spento dopo aver lottato a lungo contro la malattia Giorgio Bordoli. Commercialista e revisore dei conti, Bordoli ha ricoperto nella sua lunga carriera professionale una serie di incarichi in aziende – su tutte la presidenza di Acsm tra il 2004 e il 2007 – oltre che in associazioni imprenditoriali, culturali e club di servizio. Avrebbe compiuto ottant’anni il prossimo maggio.
Era nato a Varese, da Carlo, condirettore generale del Banco Lariano (dove anche Giorgio effettuò alcuni stage) e Ludovica Crivelli Visconti.

 Dopo il diploma in Ragioneria al “Caio Plinio Secondo” di Como, la laurea in Economia e Commercio alla Cattolica di Milano. Bordoli trascorre poi un decennio in un grande gruppo industriale brianzolo come direttore amministrativo per poi optare, nel 1968, per la carriera professionale quale commercialista e in seguito revisore dei conti. Sempre nel 1968 assume le redini di un importante studio a Erba, che oggi ha una sede anche a Roma. Giorgio Bordoli lascia tre figli: Carla, Emilio e Riccardo. I due maschi hanno seguito la professione paterna dopo la laurea in Economia e Commercio e da oltre trent’anni sono inseriti nello studio dove hanno rilevato dal patriarca l’eredità professionale e spirituale nella continuità di specializzazione a servizio della clientela.

 

Dicevamo del lungo impegno di Bordoli, nominato cavaliere nel 1975, in enti e associazioni del territorio. Impegno iniziato nel suo “Caio Plinio Secondo”, che lo vide brillante studente, poi docente e presidente degli Ex Allievi.
Socio fondatore del Rotary Club “Erba-Laghi” e past president del Club “Erba-Cantù” è stato presidente dei tributaristi comaschi e consigliere dell’associazione a livello nazionale, oltre che consigliere dell’Asda della Bocconi di Milano. Dal 1993 è stato membro nell’assemblea della Confédération Fiscale Européenne.
Vicepresidente de “La Banca dei Laghi” e vincitore dell’onorificenza regionale “Rosa Camuna”, fu tra i soci fondatori nel 1997 anche del nostro quotidiano.
Durante il suo mandato in Acsm, si ricordano i brillanti risultati finanziari ottenuti e l’impegno profuso per la divulgazione della cultura dell’acqua e dell’energia tra gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
Ai familiari di Giorgio Bordoli le più sentite condoglianze da parte di tutto il “Corriere di Como”.

P.An.

Nella foto:
Giorgio Bordoli si è spento ieri. Avrebbe compiuto 80 anni il prossimo maggio, lascia tre figli, due dei quali lo hanno seguito nella professione (Fkd)
3 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto