Macron ‘dei ghiacci’ sul Monte Bianco

Sul ghiacciaio che si ritira rinnova impegno per il clima

(ANSA) – PARIGI, 13 FEB – Macron dei ghiacci. Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, il presidente francese si è recato questa mattina alla Mer de Glace, il celebre ghiacciaio sul versante francese del Monte Bianco, per toccare con mano gli effetti del riscaldamento climatico e ribadire il suo impegno a favore del pianeta. Una visita ad alto valore simbolico, per tentare di convincere sulla nuova svolta ecologista del suo quinquennato, anche se in molti lo accusano di propaganda elettorale. In tuta blu, Macron ha passeggiato sul ghiacciaio simbolo della Francia, dove i ghiacci si ritirano di 8-10 metri all’anno, circa 2 km dal 1850, perdendo 120 metri di spessore in un secolo. "Ciò che vedo è sbalorditivo", ha deplorato, commentando l’alternarsi di ghiaccio e rocce ormai sempre più scoperte e visibili. "Il ghiacciaio rende visibile l’invisibile. Dimostra come l’assenza di decisioni ci abbia fatto arrivare a questa situazione", ha replicato il glaciologo, Luc Moreau, che accompagnava il presidente nella ‘spedizione’.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.