Magatti e la “Bottega degli artigiani della politica”

Bruno Magatti

Civitas, la lista civica di Como guidata da Bruno Magatti, inizia a pensare alle elezioni comunali del 2022.
La costruzione del progetto vero le prossime amministrative avviene con un evento ricco di significato, ovvero l’apertura della “Bottega degli artigiani della politica”, uno spazio per iniziare a condividere con la cittadinanza delle esperienze, delle idee e dei progetti per il futuro di Como. Uno spazio che inevitabilmente è virtuale, in questi tempi della pandemia e che verrà inaugurato giovedì 19 novembre alle 20.45. Il messaggio di Bruno Magatti, ex assessore ai Servizi sociali nella giunta Lucini, candidato sindaco per Civitas nelle ultime elezioni e, fino a poche settimane fa sui banchi dell’opposizione (si è dimesso proprio per dedicarsi al progetto politico, lasciando il suo scranno a Guido Rovi, ndr) è molto chiaro: il «non aver mai fatto politica», che ad alcuni può sembrare un punto di merito per un candidato, non è per Civitas un valore aggiunto. Anzi. L’inesperienza politica secondo Magatti e gli altri componenti del movimento può diventare un grosso limite. Un attacco diretto, quindi, anche all’attuale sindaco di Como, Mario Landriscina, che come è noto è alla sua prima esperienza politica, così come alcuni componenti della sua giunta.
«La città non ha bisogno di politici improvvisati» ha commentato Magatti ai microfoni di Espansione Tv.
«Non ci piace l’idea che anche alle prossime amministrative – ha detto Magatti – ci sia qualcuno che alzi la mano e dica: “Sono disponibile io a fare il sindaco, ma non ho mai fatto nulla di questo in tutta la mia vita. E forse anche per questo sono io la persona adatta”».
Poi l’affondo diretto dell’ex vicepreside del liceo Giovio contro l’attuale amministrazione. «Adesso, senza polemica – ha aggiunto – ma ci sono esempi anche recenti. Si può sempre imparare sulla pelle degli altri, ma forse è meglio avere un minimo di attrezzatura prima di fare il sindaco o l’assessore – ha spiegato Magatti – Le difficoltà che sta avendo questa amministrazione credo siano anche figlie dell’accostarsi al servizio politico da improvvisati».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.