Maltempo, prime richieste di risarcimenti

Piazza Cavour allagata dopo il temporale

È stata riaperta questa mattina la provinciale 14 tra Caino con Osteno e Porlezza dopo lo smottamento di martedì sera.
Sono intervenuti per liberare la strada dai detriti i vigili del fuoco di Menaggio e i gelogi della Provincia e del comune di Claino con Osteno.
Anche oggi, le condizioni meteo sono rimaste instabili. Tanto che Regione Lombardia ha diffuso dalla centrale operativa della Protezione Civile un codice di allerta “arancione” per possibili forti temporali. Il Comune di Como – fa sapere una nota – informerà tempestivamente i cittadini di eventuali problematiche sul territorio. Come da piano di emergenza locale, è già stata attivata una squadra di pronta reperibilità del gruppo di protezione civile del Comune di Como. In caso di emergenza si potranno contattare il numero unico di emergenza 112 o la centrale operativa della polizia locale di Como, attiva 24 ore su 24, al numero 031.26.55.55.
Temporali e improvvisi rigonfiamenti dei corsi d’acqua che sono stati responsabili anche della rottura di una tubazione della rete idrica a San Fermo della Battaglia, in via Ravona. Il guasto ha causato una forte perdita d’acqua con tanto di effetto geyser alto alcuni metri.
Anche in questo caso sono intervenuti i vigili del fuoco. Intanto è già il momento della conta dei danni causati dal maltempo. In provincia di Como, sono 15 le domande di risarcimento presentate alla Regione Lombardia per un totale stimato di oltre 850mila euro, ai quali si aggiungono circa 5mila euro per i danni alle attività produttive agricole.
Palazzo Lombardia ha ricevuto negli ultimi giorni 350 domande da tutta la regione. La stima dei danni alle infrastrutture, al territorio, alle attività industriali, commerciali e turistiche è complessivamente di 207 milioni di euro, a cui si aggiungono altri 86 milioni per i danni alle attività agricole.
La provincia più colpita è quella di Brescia, che ha richiesto un risarcimento di oltre 46 milioni. I dati riguardano una serie di eventi meteo che hanno colpito la Lombardia a partire dal 25 luglio e culminati con le trombe d’aria del 12 agosto che hanno provocato danni in circa 230 Comuni colpendo in particolare le province di Brescia, Cremona e Lodi.
P.An.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.