Maltrattamento e uccisione di animali. Condannato un 60enne canturino

La polizia locale di Cantù

Indagine per maltrattamento di animali da parte della polizia locale di Cantù. L’attività, iniziata a marzo del 2019, ha preso spunto da segnalazioni che erano giunte da alcuni cittadini, che chiedevano di intervenire in un immobile in via Gandhi per accertare presunti maltrattamenti di animali. Diversi i sopralluoghi che sono stati effettuati: ciò ha permesso di individuare il proprietario degli animali, un canturino sessantenne che è stato denunciato a piede libero per il reato di uccisione di animali perché «con crudeltà e senza necessità cagionava la morte di quattro cani seppellendoli nel giardino di casa al fine di occultarne il ritrovamento». L’uomo è stato anche denunciato per il reato di maltrattamento di animali in quanto «per crudeltà e senza necessità teneva all’interno del proprio immobile, in condizioni di degrado senza cibo né acqua, un ulteriore cane». Al termine del procedimento penale, il 60enne è stato ritenuto responsabile ed è stato condannato a una multa di 6.750 euro sostitutiva della pena detentiva della reclusione di tre mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.