Perkins per puntare in alto

Basket maschile – Presentato il nuovo acquisto della Bennet, il play che può far compiere un salto di qualità alla formazione brianzola
«In una squadra migliore della Bennet Cantù proprio non potevo sperare». Le prime parole da neocanturino di Doron Perkins sono lo specchio del nuovo playmaker biancoblù: un concentrato di energia arrivata direttamente dagli Stati Uniti e pronto ad esplodere dopo un lungo stop.
«Sono arrivato in un team forte, che ha grandi giocatori e un ottimo sistema di gioco – spiega Perkins – È una soluzione ideale perché mi permette di giocare al vertice in un grande campionato come
quello italiano e anche in Eurolega».
Dopo l’esperienza universitaria, Perkins ha giocato in Giappone, quindi è sbarcato in Europa passando dalla Germania al Belgio, prima di arrivare in Israele dove si è consacrato a Tel Aviv. Lo scorso anno è stato infatti uno dei punti di forza del Maccabi vicecampione d’Europa. Poi un infortunio che, hanno accertato i sanitari, è definitivamente superato. Adesso, per lui, è tempo di pensare alla Bennet. «Sono un playmaker – spiega – e spero di portare un po’ della mia leadership al servizio della squadra. Il mio obiettivo è vincere: voglio dare una mano a Cantù per migliorare ancora di più sia in attacco come in difesa».
Pronti, via e Perkins debutterà già venerdì 17 nei quarti di Coppa Italia a Torino (ore 20.30) contro Avellino, poi la settimana prossima sotto con il Barcelona nella sfida decisiva di Eurolega. «Un doppio debutto speciale – spiega il giocatore – come ritorno all’attività agonistica di meglio proprio non potevo chiedere. In questo fine settimana, comincio la mia avventura con la Bennet in una competizione che mette in palio un titolo prestigioso e poi la settimana prossima torno in Eurolega niente meno che affrontando il grande Barcellona: fantastico».
L’entusiasmo non manca al nuovo acquisto della Bennet il cui ingaggio è stato spiegato ieri in sede di presentazione dal general manager Bruno Arrigoni: «Dopo i tanti ribaltamenti e gli incroci del nostro mercato – ha detto – ci era rimasto un visto e un tesseramento a disposizione. Ci è stato proposto Perkins che si è detto disponibile a sottoporsi a una prova fisica per verificare le sue condizioni dopo il lungo stop. Visto che i test sono stati soddisfacenti, abbiamo deciso di firmare con lui».
Arrigoni presenta il nuovo arrivato dal punto di vista tecnico. «È un giocatore importante, che ha una buona esperienza. Non è però il classico play, ma un elemento arrembante, un agonista molto abile a rimbalzo, forte in difesa dove è anche un ottimo ruba palloni. Non è un grande tiratore, ma è un giocatore che ci può dare energia e atletismo».
A dare il benvenuto al 28enne play di Anchorage anche la first lady canturina Anna Cremascoli: «Non si può certo dire che non sia stimolante lavorare a Cantù, di sicuro non ci si annoia mai. Infatti quando ci siamo trovati ad analizzare la situazione con Arrigoni e, avendo ancora un visto da spendere, non mi aspettavo che ci sarebbe stato proposto un nome pesante come quello di Perkins. Ora, invece, è uno dei nostri e siamo felici perché sicuri che il suo talento e la sua esperienza potranno essere fondamentali per il prosieguo della nostra stagione».
L’unico dubbio riguarda le condizioni fisiche visto il suo lungo stop dopo l’infortunio: «Il nostro staff tecnico è entusiasta di avere a disposizione Doron Perkins: la nuova sfida è riportarlo al top della condizione e inserirlo in tempi brevi nel nostro sistema di gioco».
Con l’innesto dello statunitense e alla vigilia del momento topico della stagione cambiano gli obiettivi della Bennet? «I nostri obiettivi non sono cambiati – aggiunge Cremascoli – ci apprestiamo a disputare una manifestazione bellissima come la Coppa Italia. Nella scorsa edizione arrivammo in finalissima, quest’anno ci piacerebbe non peggiorare quel risultato? Poi ovviamente puntiamo a rigiocare l’Eurolega, quindi vogliamo riconquistarla sul campo risalendo in campionato. Il cammino è ancora molto lungo e nulla è precluso ma noi puntiamo sempre a fare il meglio possibile».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Numero 13
Alcuni momenti della presentazione di Doron Perkins, ieri al palazzetto di Cucciago. Con lui il presidente Anna Cremascoli e il general manager Bruno Arrigoni. Lo statunitense esordirà con il team brianzolo venerdì sera, nella partita con Avellino valida per i quarti di Coppa Italia. Poi, settimana prossima, il test probante di Eurolega con Barcellona (foto Mattia Vacca)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.