Cronaca

Manomessi nella notte i server del Comune di Mozzate

altLe telecamere hanno filmato tutto

Cinque server dell’ufficio informatico del Comune di Mozzate manomessi nella notte. Una persona ha approfittato della seduta consiliare di mercoledì sera per introdursi in municipio e danneggiare l’hard disk del protocollo e della polizia locale.
Le telecamere di videosorveglianza puntate sul palazzo municipale hanno rilevato un individuo, la cui identità al momento non è riconoscibile, che si è allontanato da piazza Cornaggia attorno all’1.40. Il sindaco, gli assessori e i consiglieri

avevano lasciato il palazzo comunale non più tardi di un’ora prima al termine della seduta consiliare.
«Il malintenzionato con ogni probabilità ha approfittato della seduta pubblica per nascondersi negli uffici e successivamente agire indisturbato – spiegano il sindaco Luigi Monza e la sua vice, Francesca Preatoni – Sembra proprio che sapesse come muoversi e cosa colpire. Si cerca anche di capire come abbia avuto accesso alla sala server che è comunque chiusa a chiave. Non è emerso infatti alcun segno di effrazione».
Ad accorgersi del disguido, la mattina successiva all’inizio dell’attività lavorativa, sono stati gli impiegati comunali.
In un primo momento i dipendenti hanno pensato a un normale guasto legato a qualche sbalzo di tensione. «L’intervento del tecnico invece ha evidenziato una manomissione voluta dei server all’1.30 di mercoledì che ha colpito in modo particolare il sistema di protocollo del Comune e della polizia locale – aggiungono gli amministratori – È stato rimosso l’hard-disk e ancor oggi non è stato possibile ripristinarlo».
Con notevoli disagi per il personale dipendente e inevitabili ricadute anche per gli utenti che si recano nei due uffici. Sconcerto tra gli amministratori di maggioranza, impegnati in questi giorni a far quadrare i conti pubblici. Entro sessanta giorni il sindaco Monza e la sua giunta devono presentare alla Corte dei Conti un bilancio che possa essere approvato, diversamente verrà dichiarato il dissesto finanziario.
«L’ennesimo episodio di boicottaggio lascia sconcertata l’amministrazione comunale, impegnata a risolvere la non facile situazione finanziaria del Comune – concludono il sindaco e la sua vice – Non ci facciamo demoralizzare da questi fatti, ma sicuramente siamo di fronte ad una serie di episodi indirizzati contro la nostra amministrazione ed architettati ad arte per boicottare il nostro operato. Speriamo che la politica non c’entri nulla».
Il primo cittadino ha subito presentato denuncia ai carabinieri di Mozzate. Ad oggi non è stato ancora possibile ripristinare il sistema informatico.

Laura Omodei

Nella foto:
Il municipio di Mozzate è stato teatro del blitz del sabotatore di computer
16 Nov 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto