Cronaca

Maria Rita Livio e la sua “squadra” di volontari

altVietato parlare di giunta e assessori. Una poltrona verrà offerta a Frigerio
Ecco la nuova giunta provinciale, con i sei assessori ufficiali, oltre a un possibile esterno.
Di giunta in realtà non si può ancora parlare e neppure di assessori. Pure le deleghe non sono ancora deleghe. Parte insomma sul filo della precarietà per l’assenza di uno statuto e di regole precise a livello nazionale, la nuova amministrazione provinciale di Como targata Maria Rita Livio. Ieri è stata presentata la squadra dei consiglieri con “incarichi speciali”, questa la terminologia esatta

. Poi c’è stato il primo consiglio. Nessun colpo di scena tra i sei prescelti, si tratta degli eletti della lista “Verso una nuova provincia – Livio presidente”. La poltrona più pesante spetta al sindaco di Gravedona ed Uniti, Fiorenzo Bongiasca, nominato vicepresidente con incarichi alla Grande viabilità e infrastrutture. E pensare che la sua presenza nella lista del Pd era stata in bilico fino all’ultimo, essendo il sindaco passato da una lunga militanza in Forza Italia all’Ncd. Mirko Baruffini ha invece l’incarico alla Mobilità e Trasporti, Ferruccio Cotta, già sindaco di Bulgarograsso al Bilancio e all’Ambiente, Alberto Crippa seguirà il Territorio e i parchi, Guido Rovi la Comunicazione e i Musei e Giovanni Vanossi ricoprirà tutti gli incarichi in chiave turistica, dal marketing territoriale, all’Expo, allo sport e all’agricoltura. La sorpresa se si vuole, è arrivata dalle parole del presidente Livio, che ha aperto anche a commissioni esterne. «Proporrò la guida della commissione scolastica ad Andrea Frigerio», ha detto. Il consigliere era stato escluso per un pasticcio sui voti e ora potrebbe fare ricorso al Tar per il reintegro.
Quando sbloccherà la Provincia gli 8 milioni fermi per il territorio? «Spero prestissimo – dice il presidente – Anche ieri eravamo a Roma con tutti i presidenti per comprendere quali saranno le nostre competenze sul territorio. Il governo ha tempo fino al 31 dicembre per chiudere la partita. Di certo, possiamo dire che rispetto ad altre realtà nazionali, la nostra provincia gode ancora di buona salute».
Anche sulla variante della Tremezzina il sentore è di un esito positivo della vicenda. «La Regione troverà i fondi – dicono il presidente il vice Bongiasca – noi vigileremo».
Nessuno dei consiglieri percepirà emolumenti per gli incarichi a Villa Saporiti.

Paolo Annoni

Nella foto:
Da sinistra, Guido Rovi, Mirko Baruffini, Fiorenzo Bongiasca, Maria Rita Livio, Ferruccio Cotta, Giovanni Vanossi e Alberto Crippa (foto Mv)
31 Ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto