Marinaio accoltella due colleghi

Vendetta per richiamo dopo affondamento barca

(ANSA) – GENOVA, 13 MAG – Un marinaio ha accoltellato questa mattina due persone all’interno del porto di Finale Ligure, poi ha dato fuoco agli uffici. Secondo le prime testimonianze, l’uomo avrebbe ricevuto un richiamo per l’affondamento di una barca. Per vendicarsi si è presentato negli uffici con una tanica di benzina, con un coltello e una accetta. Quando si è presentato nell’edificio, le quattro persone che erano nel locale (tre marinai e un esterno) si sono chiuse in una stanza, ma l’uomo ha sfondato la porta con l’accetta ed ha colpito un collega con una coltellata all’addome, un altro ha parato il fendente rimanendo ferito ad una mano. Poi l’aggressore ha incendiato gli uffici. L’uomo è stato fermato dai carabinieri. I carabinieri hanno ricostruito che già ieri il marinaio aveva manifestato l’intenzione di vendicarsi. In ospedale, oltre ai due accoltellati è finito anche una terza persona intossicata dal fumo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.