Cronaca, Video News

Maroni: “La Regione potrebbe farsi carico delle paratie di Como”

A sinistra Roberto Maroni, a destra Mario Lucini A sinistra Roberto Maroni, a destra Mario Lucini

Regione Lombardia potrebbe prendere in carico le paratie e cercare di completare l’opera, al centro di un’inchiesta della Procura di Como. Dopo il suggerimento al sindaco Lucini di commissariare il cantiere da parte del sottosegretario regionale Alessandro Fermi, dopo la richiesta analoga della Lega Nord di Como, oggi la conferma di un’ipotesi simile è arrivata direttamente dal governatore regionale Roberto Maroni.
<Ho dato incarico all’assessore Beccalossi e al sottosegretario Cioppa di fare tutte le verifiche per capire come procedere. Non voglio che i lavori si blocchino e che i cittadini di Como rimangano con un’opera incompiuta>, ha detto nella conferenza stampa dopo la riunione di giunta Maroni, che ha colto l’occasione per prendere nuovamente le distanze dal Comune di Como. <Voglio ribadire – ha precisato – che noi non c’entriamo nulla in questa vicenda perché la stazione appaltante è il Comune di Como. In ogni caso – ha aggiunto Maroni – la questione paratie deve essere risolta, soprattutto perché Regione Lombardia ha messo 12,5 milioni di euro. Se il Comune non è in grado di fare devo decidere questi 12,5 milioni che fine fanno; io voglio utilizzarli per completare l’opera magari anche prendendola in carico noi direttamente come Regione>.
Maroni non deciderà prima di aver consultato l’Autorità Anticorruzione e il Ministero delle Infrastrutture.
Intanto è arrivata una nuova richiesta di commissariamento dell’opera, firmata dal Movimento 5 Stelle. A occuparsi delle paratie, secondo i grillini, non dev’essere però la Regione. <Sul progetto c’è stata un’approssimazione da dilettanti allo sbaraglio – dicono Stefano Buffagni, capogruppo di M5S Lombardia, e Luca Ceruti, consigliere comunale di Como – Ora ci prova pure Maroni a mettere l’opera sotto l’ala protettiva della Regione. E’ la stessa Lega che era nella Giunta di Como quando si è dato il via a questo pasticcio. L’opera deve essere commissariata, e i cittadini devono decidere quale progetto possa mettere fine allo scempio per poi affidarla a professionisti seri>. Dal Movimento 5 Stelle infine una richiesta di dimissioni al sindaco Lucini, già avanzata ieri sul blog di Beppe Grillo.

Tratto da Espansione TV

13 gennaio 2016

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto