“Marta sui Tubi”, live al Tempio Voltiano

Musica italiana
Dieci anni e quattro dischi di muscoli e rabbia. I Marta sui Tubi non concedono tregua. Il loro punk d’autore ha trovato in Carne con gli occhi, cd pubblicato in primavera, il naturale prosieguo di un percorso tra i più coerenti che il rock italiano abbia espresso nel nuovo Millennio.
L’energia tumultuosa espressa dalle loro canzoni arriva anche a Como, il 30 settembre alle 21, al Tempio Voltiano di Como, per regalare, dopo Sushi e Coca, una nuova ricetta musicale piena di saporite spezie. Dopo aver sognato per una notte il Festival di Sanremo, i Marta sui Tubi avrebbero dovuto esibirsi lo scorso febbraio con Anna Oxa, poi eliminata, la band si è subito consolata partendo per il tour a supporto del nuovo cd. Il titolo Carne con gli occhi prende spunto da una frase in dialetto siciliano: Giovanni Giulino e Carmelo Pipitone, fondatori della band, sono infatti originari di Marsala. Quando si usa dire «un pezzo di carne cu l’occhi» si fa riferimento a qualcuno che non ha spina dorsale, a un soggetto passivo che non sa prendere decisioni, uno che va al rimorchio di qualcun altro, uno che fatica a farsi da solo un’opinione sulle cose. Nella visione del gruppo, artisticamente nato a Bologna, la vita necessita di uno sguardo assolutamente personale, non succube dei condizionamenti mediatici. Con ciò hanno conquistato un pubblico che ascolta le loro canzoni fin dall’esordio discografico del 2003, Muscoli e dei.

Maurizio Pratelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.