Marzorati: «Create un clima sereno». «La scuola non sia un momento negativo»

alt La pediatra comasca
(a.cam.) «I bambini assorbono la tensione dei genitori. Bisogna creare un clima sereno e tranquillo in famiglia e passare più tempo possibile con i piccoli, che in vacanza hanno avuto la possibilità di stare a lungo con mamma e papà e non devono invece vivere una sorta di distacco». Roberta Marzorati, pediatra di Como, insiste soprattutto sugli aspetti più psicologici legati al ritorno sui banchi di scuola.
«L’atmosfera deve essere serena e tranquilla in famiglia – dice – È bene

far vivere la scuola non come un momento negativo, di sacrificio, ma come un’occasione bella della vita. Gli adulti devono mandare messaggi positivi sulla scuola, far vivere lo studio come un momento che arricchisce».
Attenzione poi ai “tour de force”. «I bambini hanno bisogno di avere momenti di gioco, di pausa, di tranquillità – dice ancora Roberta Marzorati – Dopo le lezioni ad esempio hanno bisogno di rilassarsi, di poter uscire e vivere un po’ fuori casa prima di rimettersi a studiare».
«Il lavoro dei genitori spesso è condizionante e molti bambini restano a scuola anche il pomeriggio – continua la pediatra – È bene fare in modo che abbiano sempre tempo per rilassarsi e giocare, per avere momenti di socialità anche al di fuori della scuola. Dopo molte ore passate sui banchi, con regole precise da rispettare, senza un’adeguata pausa c’è il rischio che, per scaricare la tensione, i bambini si affidino al cibo».
Ed ecco il problema cattiva alimentazione in agguato. «Mangiando di continuo il rischio obesità è reale e occorre evitarlo», conclude la pediatra.

Nella foto:
Roberta Marzorati

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.