Massacrato di botte fuori da un bar in via Pasquale Paoli

Como, ospedale Sant'Anna, pronto soccorso

I carabinieri della compagnia di Como stanno indagando su un brutale pestaggio avvenuto domenica sera all’esterno di un bar di via Pasquale Paoli, nel quartiere di Rebbio. La vittima, un cittadino egiziano di 44 anni residente a Como, sarebbe stata colpita a calci e pugni e lasciata esanime a terra con il volto completamente sfigurato. Da allora è ricoverato all’ospedale Sant’Anna con una prognosi che non sarebbe inferiore ai trenta giorni. Si trova nel reparto di Chirurgia maxillofacciale, con molte fratture al volto proprio in conseguenza dei calci e dei pugni con cui è stato colpito in faccia dall’aggressore che rimane al momento senza un nome.

Secondo quanto è stato possibile accertare, sarebbero stati proprio i titolari del bar a chiamare i carabinieri. Un cliente, poco prima, aveva infatti riferito che nel parcheggio era in corso una lite. Uno scontro degenerato presto in modo violento. Un uomo stava infatti picchiando in modo brutale, riempiendolo di calci e pugni, un altro uomo che era già caduto a terra. Quest’ultimo è poi risultato essere un 44enne di origine egiziana residente a Como. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, subito seguita da una “gazzella” del Radiomobile dei carabinieri. L’aggressore, tuttavia, aveva già fatto perdere le proprie tracce mentre a terra rimaneva la vittima.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.