Massimiliano Malimpensa

valery_autore_smallL’AUTORE
Massimiliano Malimpensa, alla ricerca dell’identità
Massimiliano Malimpensa (nella foto, click per ingrandire), nato a Como nel 1970, è un artista di Bulgorello. Formatosi nel mondo tessile,  ha  trovato nella sua ricerca di un’identità artistica maestri come Silvano Bricola e Romeo Orsi. Ha anche frequentato proficuamente l’atelier Lithos di Como, dove ha partecipato ai laboratori di Luca Crippa. Fino alla fine degli anni ’90 il suo lavoro si è focalizzato sull’acquerello, con paesaggi abitati da elementi inconsueti e fantastici.  Poi ha scoperto nuovi linguaggi come la fotografia e il video, e ha intrapreso anche la strada del teatro, come  attore in ruoli brillanti nelle commedie di  Neil Simon e Ray Cooney, con la compagnia teatrale “La Rungia”. Dal 2008 ha ripreso la passione per la pittura grazie all’incontro con il maestro Vanni Saltarelli, nell’ambito della “Piccola Accademia di Pittura Murarte”  di Cadorago. Il suo sito è  www.massimilianomalimpensa.com

 

massimiliano_malimpensa_opera_smallL’OPERA
Cento anni di voli idro in una tela
Lorenzo Morandotti
Massimiliano Malimpensa, fin dall’infanzia, è stato animato da una  particolare emozione. Quella che pervade chiunque riesca, provando sempre un’intima soddisfazione,  a riempire di segni e colori una superficie bianca – sia essa una tela, un foglio di carta o una pellicola – allo scopo di dare un senso al vuoto e al silenzio, abitandoli con una forma.
Un istinto ancestrale, che Malimpensa ha poi messo alla prova nei suoi vari percorsi umani e professionali, dalla  scuola di disegno per tessuti dove si è formato come lucidista fino al teatro e alla pittura. La sua biografia parla di un desiderio di sperimentazione continua, ma nel suo atelier a colpire in particolare sono gli sguardi sui paesaggi lariani, che la nostra galleria “Lario ad Arte” intende documentare  sinteticamente.
I suoi cieli e le sue fronde  traducono  con rapide impressioni molto dense e materiche i colori infinitamente variabili di questo territorio e dei suoi umori atmosferici. Una tavolozza che va dall’azzurro al verde scuro al plumbeo, in un dinamismo che costringe l’artista a reinventarsi ogni volta, educandolo opera dopo opera  alla magia del visibile. Malimpensa sembra volersi mettere con umiltà al servizio della natura e delle sue metamorfosi. Anche quando in primo piano si coglie la presenza umana, come nel dipinto “Giallo sul lago“, olio su tela che implicitamente celebra in modo impressionistico i cent’anni di voli in idrovolante sul lago di Como. Qui la scena si svolge a Torno, località amata dall’artista, che ne canta in pittura anche molti scorci montani.

GALLERIA  (clicca su una immagine per visitare la Galleria)
[oi_gallery path="cultura/lario_ad_arte/massimiliano_malimpensa/gallery"]

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.