Matteo Lanzoni sogna il ritorno nel suo Paese

altL’albatese “emigrato” in Inghilterra
Una carriera che va avanti in Inghilterra ma che il diretto interessato vorrebbe proseguire nel suo Paese, che è poi l’Italia.
Matteo Lanzoni, classe 1988, è comasco doc, esattamente di Albate, ma da qualche stagione gioca a calcio all’estero.
Attualmente è in forza al Cambridge, nella League Two, che equivale alla serie C2, la quarta serie nazionale tricolore (prima che tutto venisse unificato come Lega Pro).
Oggi con il suo Cambridge Unites, Lanzoni scende in campo in trasferta

, per la partita contro l’Accrinton Stanley. Nello stesso girone, tra l’altro, c’è l’Oxford che, come nel canottaggio, dà vita a un appassionante derby con l’altra città universitaria, che è Cambridge, appunto. L’unica squadra nota è il Wimbledon, che qualche anno fa ha giocato nelle categorie più importanti ma che ora, dopo varie vicissitudini, è finito piuttosto in basso.
Ma come è finito in Inghilterra Lanzoni? La sua storia parte da Como. «Ho iniziato a giocare nel vivaio del Como – ha raccontato – poi, dopo il fallimento sono andato alla Sampdoria. Ero nella squadra Primavera che ha vinto scudetto, Coppa Italia e Supercoppa».
Il club genovese gli ha fatto un contratto di cinque anni e a quel punto il difensore è stato mandato in giro per l’Italia: Bari, Sanbenedettese, Portogruaro, Carrarese, Foggia e Mantova. Poi il contratto con la Samp è scaduto e Lanzoni si è ritrovato svincolato e nel nostro Paese, dove per i regolamenti era paradossalmente considerato vecchio, non è più riuscito a trovare una squadra.
La svolta è arrivata attraverso Internet, e da una ricerca online, dalla Scozia, dove ha trattato con il Kilmarnock.
Poi, nell’estate del 2013, la chiamata degli inglesi dell’Oldham, che lo hanno messo sotto contratto fino alla fine dell’anno. «Ero contento perché potevo realizzare il mio sogno: fare il calciatore professionista, possibilità che mi era stata preclusa in Italia» ha spiegato l’albatese.
Una volta scaduto l’accordo, agli inizi di gennaio del 2014, è arrivata una nuova chiamata dall Yeovil Town, formazione di serie B della Football League, che equivale alla nostra serie B. Una volta terminata questa esperienza, è arrivato l’accordo con il Cambridge.
«Ma la speranza è di tornare nel mio Paese – ribadisce Matteo – anche se mi rendo conto che non è facile, considerato che i regolamenti favoriscono i giovani e continuano a ritenere quelli della mia età come “anziani”».

M.Mos.

Nella foto:
Matteo Lanzoni, a sinistra, in azione con la maglia dello Yeovil Town lo scorso anno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.