Maxi-controlli a Olgiate, Cavallasca e Capiago Intimiano

altAccertamenti da parte dei carabinieri anche a Sagnino e a Erba

(m.pv.) Maxi-operazione di controllo coordinato del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Como. Nel mirino tutta l’area di competenza, con particolare attenzione alle zone recentemente al centro della cronaca per episodi di furti e rapine. Olgiate Comasco, Cavallasca e Capiago Intimiano, nel pieno della notte, sono state “chiuse” dalle pattuglie dei militari che hanno presidiato tutte le vie di accesso e di uscita dei paesi controllando chiunque vi transitava. Oltre 150 le persone

identificate e 100 i mezzi verificati.
Ma anche il quartiere di Sagnino è stato passato al setaccio con controlli che si sono estesi anche ai bar. In uno di questi un albanese di 32 anni – dopo aver fornito i documenti richiesti – è scappato venendo denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Un secondo albanese è stato invece trovato e controllato benché fosse stato colpito da un ordine di espulsione dall’Italia. Anche lui è stato denunciato.
A Erba invece è stata controllata un’area dismessa, il cui proprietario dovrà ora rispondere all’accusa di omissione di lavori in edifici che minacciano di cadere in rovina.
Nello stesso servizio nella città brianzola è stato fermato anche un tunisino di 33 anni che aveva appena tentato di rubare un ciclomotore in via Milano cadendo subito dopo a terra.

Nella foto:
Uno dei controlli dei militari dell’Arma sul territorio della provincia (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.