Maxi-sequestro di cocaina a Ronago: la Finanza arresta due corrieri albanesi

Arrestati, dalla Guardia di finanza, due persone di nazionalità albanese che sono stati fermati in via Mulini, nel Comune di Ronago,  con 3,5 chili di cocaina, occultati all’interno di un doppiofondo appositamente creato all’interno di un’autovettura con targa tedesca. Al momento del controllo i militari appartenenti alla Compagnia di Olgiate Comasco sono stati insospettiti dall’atteggiamento dei due soggetti, nonché dalla fuoriuscita, dalle bocchette di ventilazione del parabrezza dell’auto, del materiale lanoso di rivestimento degli interni della plancia e decidevano pertanto di approfondirlo con l’ausilio delle unità cinofile del Gruppo Ponte Chiasso.
E’ stato così possibile scoprire lo stupefacente all’interno di un vano corrispondente all’alloggiamento dell’airbag anteriore del lato passeggero, un ingegnoso meccanismo di occultamento che si azionava mediante una combinazione elettronica di comandi.
In questo doppiofondo sono statiappunto rinvenuti, suddivisi in tre panetti, 3,5 chili di cocaina, confezionati e sigillati “sottovuoto” in pellicole di plastica.
Il confezionamento dello stupefacente e la disponibilità di un’autovettura con targa tedesca intestata a una terza persona residente in Germania fa presumere – spiega la Guardia di finanza – che la cocaina fosse destinata alle piazze di spaccio nazionali proveniente dai Paesi del Nord Europa.
I due cittadini albanesi, non residenti in Italia, sono stati tradotti nel carcere del Bassone.
“L’operazione di servizio svolta dalle Fiamme Gialle di Como testimonia, ancora una volta, l’impegno del Corpo nel contrasto al traffico di sostanze stupefacenti a tutela della collettività e dei più giovani in particolare” conclude il comunicato delle fiamme gialle.

Articoli correlati