Maxisequestro di contante in dogana

Al valico di Brogeda
Nuovo sequestro di denaro alla frontiera tra Italia e Svizzera. Questa volta, però, il cash stava prendendo la strada della Penisola e non, come quasi sempre accade, quella della Confederazione.
I funzionari dell’ufficio delle Dogane di Como, in collaborazione con i militari della guardia di finanza, hanno messo le mani su contante non dichiarato per un valore di 155.241 euro. La scoperta è avvenuta a Brogeda, al valico autostradale. Il denaro – banconote in euro e franchi svizzeri – era trasportato da un cittadino svizzero, in transito verso l’Italia, all’interno di 3 buste occultate nel vano ruota di scorta e tra gli effetti personali. Avendo violato la normativa valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiore alla soglia di 10mila euro, all’uomo sono stati sequestrati 72.621 euro, il 50% della cifra eccedente quella legale.

Nella foto:
Il denaro era stato nascosto nel vano ruota di scorta

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.