Medio Fondo Fabio Casartelli, deciso l’annullamento. Intanto Albese chiede una tappa del Giro d’Italia 2022

Fabio Casartelli

Niente Medio Fondo Fabio Casartelli. L’emergenza per il Coronavirus ha portato gli organizzatori dell’evento di Albese con Cassano a decidere di annullare l’edizione del 2020, che quest’anno aveva un significato particolare, visto che si ricordano i 50 anni dalla nascita e i 25 dalla scomparsa del ciclista comasco al Tour del France, nella discesa del Col du Portet d’Aspet, il 18 luglio 1995.
C’era grande attesa da parte dei ciclisti Amatori, che avrebbero voluto onorare la memoria del campione olimpico di Barcellona 1992. L’evento da 22 anni e si sviluppa sulle strade di allenamento di Fabio, che era originario di Albese, nel Triangolo Lariano con le salite di Onno, Ghisallo e Muro di Sormano.
La manifestazione aveva previsto anche una collaborazione con il Museo del Ciclismo del Ghisallo, anche se la struttura di Magreglio, compatibilmente con quella che sarà la situazione legata all’emergenza ha già programmato di proporre iniziative per ricordare Fabio.
«La sicurezza è per noi un fattore prioritario – hanno spiegato gli organizzatori – Purtroppo per la situazione sanitaria, nell’impossibilità di garantire la salute ai partecipanti abbiamo deciso di annullare l’evento 2020 e di programmare già l’edizione 2021 per il 18 luglio».
E per il 2022 Albese intende ricordare Fabio Casartelli portando in paese il Giro d’Italia. Tra due anni, infatti, sarà celebrato il trentesimo anniversario dalla vittoria del ciclista nella gara in linea alle Olimpiadi di Barcellona. Negli scorsi mesi – prima che arrivasse l’emergenza Coronavirus – non erano mancati i contatti tra amministrazione e Rcs Sport, che cura la “Corsa rosa” per capire la fattibilità della proposta. Più avanti se ne potrà eventualmente riparlare. Peraltro , proprio in onore di Casartelli, nel Giro 2005 (a 10 anni dalla morte) l’ultima tappa era partita da Albese ed era terminata a Milano con vittoria di Alessandro Petacchi e maglia rosa a Paolo Savoldelli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.