Mercato immobiliare a Como: prezzi stabili. In centro acquisti per case vacanza o uffici

Como, centro storico dall'alto

In città murata si comprano immobili da adibire a uffici o – pratica sempre più diffusa negli ultimi tempi – per realizzare case vacanza o bed and breakfast.
In periferia si punta alle nuove costruzioni sorte sulle ceneri di soluzioni degli anni ’60 e ’70. In ogni caso i prezzi nei primi sei mesi del 2019 sono rimasti stabili rispetto al secondo semestre 2018.
È – in sintesi – quanto emerge dall’Osservatorio Immobiliare del Gruppo Tecnocasa arrivato alla 27ª edizione. Dal panorama regionale è possibile analizzare l’andamento di vendite e affitti per ogni singola provincia.
A Como, secondo i dati diffusi, è attivo il mercato immobiliare in particolare in Città Murata e nel quartiere Borghi.
In centro storico, negli ultimi tempi, diversi professionisti hanno acquistato appartamenti di ampie dimensioni da destinare ad uso ufficio.
Ma si sta confermando anche la tendenza – vista la sempre crescente vocazione turistica del territorio – di chi compra per realizzare case vacanza o bed and breakfast. Questi ultimi investono intorno ai 250mila euro. Sta diventando difficile però trovare tagli di ampia dimensione. La cifra media si attesta attorno ai 3mila euro al metro quadro con punte di 5mila per il nuovo.
Fuori dalla città murata un quartiere molto richiesto è – come anticipato – Como Borghi dove, un immobile in buono stato, si vende a 2.000-2.500 euro al metro quadro. Prevalgono i fabbricati degli anni ’60, ma sono in corso diversi interventi di abbattimento e riqualificazione, il costo medio in questi casi salirà a 3.500 euro.
Prezzi sostanzialmente stabili anche nelle zone periferiche di Albate, Lora, Muggiò e Trecallo dove si comprano principalmente prime case.
Anche nel quartiere di Albate, dove prevalgono gli edifici degli anni ’60 e ’70, sono in corso interventi di recupero con la nascita di nuove costruzioni acquistabili a 2.000-2.200 euro al metro quadro. L’usato si aggira sui 1.000 euro. Prezzi più bassi si segnalano a Lora, zona panoramica e collinare i cui valori medi si aggirano intorno a 1.300- 1.400 euro.
Fuori Como a Torno, ad esempio, si possono acquistare immobili indipendenti e ville di prestigio con vista lago a 3.000 euro al metro quadro. A Cernobbio uno stabile usato con vista lago tocca, in buono stato, anche i 4mila.
Attivo, infine – sempre secondo le statistiche proposte dall’Osservatorio del Gruppo Tecnocasa – il mercato delle locazioni.
Per quanto riguarda la Città Murata il canone di un bilocale è di 700 euro al mese, quello di un trilocale sale a 1000. Il contratto più utilizzato è quello a canone libero. Nella zona Borghi i bilocali si affittano a 500- 600 euro al mese, mentre i trilocali a 800.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.