Mercato in piazza Cavour, è polemica. L’assessore assicura: «Divieto dall’anno prossimo»
Economia, Politica, Territorio

Mercato in piazza Cavour, è polemica. L’assessore assicura: «Divieto dall’anno prossimo»

La polemica, come spesso accade di questi tempi, ha i contorni social.
Due foto messe sul gruppo di Facebook “6 di Como se”, una stanza con 14.400 “mi piace”. Le immagini ritraggono il mercatino tipico di piazza Cavour. Tipico, ma non certo del territorio lariano. Sotto i gazebo e i tendoni tanti prodotti regionali provenienti dal Calabria, Toscana, Sardegna, Lucania, Valle d’Aosta… Ma come, l’assessore non aveva dichiarato «mai più bancarelle nel salotto buono»? Si chiede un utente di Facebook.
I commenti non si fanno attendere, tra i più e meno informati delle cose comunali. Di certo, l’assessore in questione, Marco Butti, di Fratelli d’Italia, con delega all’Urbanistica, aveva promesso un giro di vite su “salsicce e birra” in piazza Cavour.
Una necessità di salvaguardare la principale piazza a lago dalle invasioni di tendoni colorati per mercatini enogastronomici e folkloristici, con esposizione di prodotti tipici, con tanto di riproduzioni pubblicitarie tridimensionali, che avevano provocato diversi mal di pancia all’esponente della giunta di Mario Landriscina.
La presenza anche nelle ultime ore del mercatino è però solo un retaggio del passato.
«Come avevo ampiamente spiegato per quest’anno il Comune di Como aveva già preso precisi impegni sottoscritti dalla precedente giunta – spiega l’assessore Butti – Anche ieri (venerdì ndr) ho incontrato il dirigente del settore, Giovanni Fazio, per impostare il prossimo bando. Fino a novembre non possiamo però intervenire».
Poi piazza Cavour ospiterà la “Città dei Balocchi”, mentre dal 2018 lo scenario dovrebbe cambiare.
«Piazza Cavour non farà più parte delle aree per i mercatini – dice ancora Butti – ma Como continuerà a ospitare queste manifestazioni in altre zone, che abbiamo concordato anche con gli stessi organizzatori».
Da un mercato all’altro, prosegue la campagna di Confesercenti Como contro l’accattonaggio tra le bancarelle sotto le mura.
Anche ieri l’associazione dei commercianti che raccoglie moltissime adesioni tra gli ambulanti ha affisso manifesti tra le bancarelle contro quello che viene definito il racket dell’elemosina.
Pochi giorni fa il presidente Claudio Casartelli si era rivolto anche al questore di Como, Giuseppe De Angelis, per sollevare anche la questione dell’ingresso del mercato coperto di via Mentana, dove il sabato si posiziona una decina di stranieri a chiedere con insistenza l’elemosina.
P.An.

29 Ottobre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto