Messa di papa Francesco a Monza. Iscrizioni aperte nelle parrocchie

Conto alla rovescia per l’arrivo di papa Francesco a Monza. La Diocesi di Como ha aperto le iscrizioni per chi volesse partecipare alla messa che il pontefice celebrerà nel parco della Villa Reale tra poco più di un mese. Sabato 25 marzo, alle 15, Francesco salirà sul palco allestito nei pressi di Villa Mirabello, accanto al centro ippico, su un’area di 400mila metri quadrati. La tappa brianzola rientra nel programma della visita del pontefice alla Diocesi di Milano e alle Chiese di Lombardia. Saranno numerosi i fedeli comaschi che coglieranno l’occasione per vedere da vicino papa Francesco e condividere con lui il momento della messa. Per poter partecipare è necessario però iscriversi.

La raccolta delle adesioni è decentrata, ovvero affidata ai singoli territori, ed è gratuita. Ogni diocesi lombarda ha nominato un proprio Responsabile organizzativo locale (Rol). Per la Chiesa di Como è stato chiamato ad assolvere questo compito don Giovanni Illia. I fedeli devono obbligatoriamente rivolgersi alla parrocchia di appartenenza. Non saranno infatti accettate iscrizioni di singole persone. «Abbiamo inviato ai parroci un modulo sul quale raccogliere i dati anagrafici di chi si iscrive», spiega don Giovanni.

Ogni parrocchia invierà poi i moduli compilati a don Giovanni, il quale comunicherà nomi e numero dei partecipanti al sistema organizzativo centrale. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Segretariato diocesano pellegrinaggi, che ha sede nel Vescovado comasco, in piazza Grimoldi 5, ed è aperto martedì e giovedì, dalle 10 alle 12. Il numero di telefono è 031.33.122.32, l’indirizzo mail è segretariatopellegrinaggidiocesano@diocesidi – como.it. Le persone con disabilità o gli anziani con difficoltà di movimento saranno facilitati nell’accesso all’area grazie alla presenza dei volontari di Caritas Ambrosiana, Oftal e Unitalsi.

«Disabili e anziani – precisa però don Giovanni – non devono seguire l’iter previsto per i gruppi parrocchiali, ma per l’iscrizione dovranno rivolgersi direttamente a me». I recapiti – telefono e mail – sono quelli sopra citati. A don Giovanni dovranno fare riferimento anche i sacerdoti che desiderino concelebrare la messa con il pontefice. «Tutti dobbiamo sentirci chiamati a essere presenti», è l’invito rivolto ai fedeli lariani dal vescovo di Como, monsignor Oscar Cantoni.

Al parco di Monza sono attesi da un minimo di 600mila fedeli fino a un massimo di un milione. Dal punto di vista logistico, l’organizzazione ricorda che sarà impossibile utilizzare l’auto privata. Meglio ricorrere al treno, con arrivo alla stazione di Monza. In alternativa, il mezzo da utilizzare è il pullman. «L’organizzazione del trasporto – dice ancora don Giovanni – è di competenza delle parrocchie e delle comunità pastorali. In caso di difficoltà ricordiamo che, come Servizio ai pellegrinaggi, siamo a disposizione per fornire suggerimenti e indicazioni. L’importante è contattarci il prima possibile. Per tutta la fase organizzativa – prosegue – abbiamo indicato come data ottimale, entro la quale raccogliere il maggior numero possibile di iscrizioni, quella del 5 marzo». Per gli appassionati di tecnologie, infine, ricordiamo che è stata lanciata l’app “Papa a Milano”, scaricabile gratuitamente dagli store Android e Apple.

Articoli correlati