Metalmeccanici: Fiom, ancora scioperi in molte aziende

Dopo rottura trattative per contratto

(ANSA) – ROMA, 09 OTT – "Continuano gli scioperi nelle principali aziende metalmeccaniche su tutto il territorio nazionale. A due giorni dalla rottura del tavolo di trattative con Federmeccanica e Assistal per il rinnovo del Contratto nazionale dei metalmeccanici sono state tantissime le mobilitazioni intraprese dalle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici contro l’indisponibilità da parte di Federmeccanica a discutere di aumenti salariali veri". Lo afferma la Fiom-Cgil in una nota, indicando un "elenco" degli scioperi: "Dalla Lamborghini di Bologna alla Marcegaglia di Forlì e quella di Ravenna, alla Argo Tractors (ex Landini) di Reggio Emilia con i suoi 1.300 addetti, la Beretta di Brescia, l’Electrolux di Treviso, la Dana Graziano di Torino, la Komatsu di Padova, fino alla Kone di Roma, agli stabilimenti Whirlpool di Ancona e di Siena e la Flowserve di Caserta". Sono alcune delle aziende "in cui le Rsu singolarmente o unitariamente hanno indetto lo stato di agitazione mettendo in campo scioperi fino a 8 ore, in aggiunta al blocco degli straordinari e della flessibilità. Ed è solo l’inizio perché gli scioperi proseguiranno anche nei prossimi giorni e per tutto il mese di ottobre fino allo sciopero generale della categoria proclamato per il 5 novembre da Fim, Fiom e Uilm", conclude la nota dei metalmeccanici della Cgil. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.