Mezzi pubblici, abbonamenti detraibili
Economia, Territorio

Mezzi pubblici, abbonamenti detraibili

Non solo rincari in arrivo quest’anno tra bollette e pedaggi autostradali: il 2018 porta per fortuna con sé anche una serie di bonus, detrazioni e altre novità fiscali, che si spera siano tutte favorevoli ai contribuenti.
Difficile riassumerle tutte. Iniziamo dal fronte dei trasporti pubblici, che interessa molti comaschi.
Sarà possibile effettuare la detrazione fiscale per chi acquista un abbonamento dei mezzi pubblici: questa novità, inserita nel testo ufficiale della Legge di bilancio 2018, ha lo scopo di agevolare i pendolari che viaggiano con autobus, metro e treni. L’importo massimo detraibile ammonta a 250 euro.
Tra le agevolazioni previste, arriva il “bonus verde”: si tratta di detrazioni fiscali per le spese sostenute per la sistemazione del verde – piante, arbusti, prati – nei giardini ma anche sui balconi, non soltanto nelle ville o nelle abitazioni in campagna ma anche per gli appartamenti nei condomini. La detrazione si spalma in 10 anni e ha un tetto massimo di 5mila euro per ogni immobile a uso abitativo.
«Nelle prossime settimane, come da prassi, l’Agenzia delle Entrate predisporrà una circolare con le istruzioni operative per i cittadini e i professionisti del settore. Potremo allora capire meglio le modalità di attuazione delle nuove norme», afferma Mauro Pellicciari, responsabile del Caf della Cisl dei Laghi di Como.
Da non dimenticare anche altri bonus previsti, che possono interessare ampie fasce di cittadini.
È prorogato a tutto il 2018 e per l’intero 2019 il cosiddetto “bonus cultura” di 500 euro per i giovani che compiono 18 anni; la somma viene messa a disposizione per acquistare libri, musica, biglietti per teatri, concerti, cinema, musei e corsi di formazione.
Infine – se ne è già parlato molto – il “bonus bebè 2018” da 80 euro al mese (con Isee non superiore a 25mila euro annui) o da 160 per le famiglie meno abbienti (con Isee non superiore a 7mila euro annui), ma con durata massima ridotta: l’assegno, difatti, spetterà sino al compimento di 1 anno di età del bambino e non più sino ai 3 anni.

3 gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto