“Miniartextil” in sofferenza sul fronte scuola

L’altra rassegna
(l.m.) La mostra internazionale d’arte tessile “Miniartextil”, che ha acceso i riflettori a Villa Olmo durante la primavera, nel periodo tradizionalmente dedicato alla “grande mostra”, chiuderà i battenti il 2 giugno a quota 7mila biglietti circa. Un risultato considerato buono dagli organizzatori anche se, come commenta Mimmo Totaro dell’associazione “Arte&Arte”, «si è un po’ sofferto sul fronte scolastico, dato che molti istituti, che già avevano partecipato alla nostra precedente esposizione di ottobre, hanno declinato l’invito». E adesso c’è la prospettiva incerta del 2015: il Comune pare abbia proposto a “Miniartextil” una sede alternativa e di anticipare di nuovo la mostra, stavolta al periodo gennaio-febbraio. Altri problemi su cui si discute riguarderebbero l’Expo e, in particolare, la possibilità di collocare “Miniartextil” nel carnet delle proposte di punta di Como per il prossimo anno.

Nella foto:
Mimmo Totaro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.