Miriana Ronchetti: «A Como un teatro fatto di carta»

La proposta per l’Expo
L’attrice, regista e drammaturga lariana Miriana Ronchetti della compagnia “Orizzonti inclinati” lancia per Como un «teatro fatto di carta, senza porte né finestre né impianti e con illuminazione per mezzo di pile a led», che sia quindi programmaticamente ecosostenibile, in sintonia con i temi di Expo.
Si chiamerà Nature energy paper theatre ed è pensato – recita il progetto divulgato ieri – «per essere allestito e smontato per poter essere presentato in luoghi diversi», ed è

realizzabile con «materiali assolutamente naturali ed ecocompatibili».
«Si prevede l’installazione, nell’arco di un mese, in un parco cittadino – continua il progetto – allo scopo di evidenziare l’importanza per l’essere umano del rapporto con l’ambiente naturale».
Il tutto nel rispetto dell’arredo urbano. Per favorire l’acustica, si prevede il posizionamento di grandi “ventagli” biocompatibili, realizzati con fibre naturali. Il tutto dovrebbe costare circa 45mila euro.
«L’assessore alla Cultura di Como, Luigi Cavadini, si è detto interessato al progetto, così come la Camera di Commercio tramite “SistemaComo2015” – dice Ronchetti – Spero che la proposta trovi ascolto e di conseguenza finanziamenti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.