Mister Gattuso, nuovo contratto fino al 2023

Giacomo Gattuso

Squadra che vince non si cambia. Se questa regola vale per i giocatori, in casa azzurra a maggior ragione per i dirigenti e i tecnici.
E così il Como, fresco neopromosso – con una giornata di anticipo – in serie B, conferma due figure cardine della società e della squadra: il direttore sportivo Ludi e l’allenatore Gattuso.
Mercoledì è arrivata la notizia del rinnovo di Carlalberto Ludi, direttore generale del club: il suo contratto è stato prolungato fino al giugno del 2023. «Sono veramente felice di poter continuare questo percorso con il Como e sono orgoglioso del fatto che la società mi abbia mostrato fiducia – ha detto Ludi – in questi anni abbiamo lavorato per porre le basi, eliminando la cultura degli alibi e sforzandoci di avviare un percorso fatto di piccoli ma significativi passi in avanti. Il lavoro da fare è molto, abbiamo una categoria da difendere e consolidare».
È invece attesa per oggi l’ufficializzazione della conferma di mister Giacomo “Jack” Gattuso, l’allenatore che dalla panchina azzurra ha orchestrato un campionato vincente pur in una situazione difficile e incerta, legata all’emergenza sanitaria.
Gattuso, già capitano del Como e bandiera dei tifosi azzurri, ha iniziato la sua brillante carriera di allenatore con la Canzese, in serie D. Poi l’esperienza a Novara, in cui ha lavorato principalmente nel settore giovanile, ma, come poi gli è capitato sul Lario, è stato più volte chiamato in soccorso della prima squadra dei piemontesi.
Nel 2020, la scorsa estate, la firma con il Como, quale secondo di Marco Banchini. Dopo l’esonero di quest’ultimo, Gattuso è diventato primo allenatore degli azzurri. Il resto è storia, recente ed entusiasmante, con una cavalcata vincente, la conquista del primo posto e la promozione con sette punti di vantaggio della regular season sulla seconda, l’Alessandria.
Risultati che hanno convinto tutti, a partire dall’amministratore unico del club, Dennis Wise, che ha seguito la squadra dall’Inghilterra e che ha senza dubbio apprezzato la svolta data agli azzurri, con un gioco più offensivo e una maggiore grinta, rispetto alla precedente gestione.
Ora la conferma (con un contratto fino al giugno 2023, come per il direttore Ludi), con lo sguardo all’orizzonte della prossima stagione in serie B.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.