Modello 730 precompilato oltre 15mila richieste in provincia di Como

Agenzia delle Entrate

Sono 250mila i Pin rilasciati in Lombardia dall’inizio dell’anno per accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate. Il 730 precompilato, disponibile in rete dal 15 aprile per 20 milioni di contribuenti, ha giocato un ruolo di primo piano nell’impennata di richieste dei codici di accesso. Pensionati, lavoratori dipendenti e assimilati, infatti, possono usare il Pin (Personal Identification Number) di abilitazione ai canali telematici (Fisconline) delle Entrate per “aprire la porta” della propria dichiarazione e consultare i dati inseriti dal Fisco.

Per accedere alla precompilata tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate è necessario il Pin e la password rilasciate dall’Agenzia (da richiedere in un qualsiasi ufficio dell’Agenzia, attraverso il sito web, per telefono tramite il call center o con la Carta Nazionale dei Servizi).
È inoltre possibile accedere alla precompilata tramite il portale dell’Inps, inserendo il Pin dispositivo rilasciato dall’ente di previdenza.

Campagna informativa Pin Fisconline – A fine 2014, per agevolare l’introduzione del 730 precompilato, la Direzione regionale della Lombardia ha lanciato una campagna informativa finalizzata a promuovere presso i cittadini la richiesta del Pin Fisconline per l’accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Ai contribuenti che si sono presentati in ciascun ufficio della Lombardia sono state fornite informazioni sul 730 precompilato ed è stato proposto il rilascio del Pin. Inoltre, presso circa 1500 strutture (Comuni, Asl, Uffici postali, stazioni, altri enti pubblici) è stato pubblicizzato e distribuito il materiale informativo sui numerosi servizi telematici dell’Agenzia e delle modalità per accedervi.
Materiale promozionale specifico per il canale web è stato reso disponibile anche sul sito della Direzione regionale all’indirizzo http://lombardia.agenziaentrate.it/, in home page, nella sezione “Il codice Pin per l’accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate”.

I numeri in Lombardia – Grazie all’intensa campagna informativa effettuata presso tutti gli uffici delle Entrate della Lombardia, il numero dei contribuenti che nei primi mesi del 2015 ha richiesto le credenziali per accedere al proprio 730 precompilato ha raggiunto la soglia dei 250mila. I contribuenti hanno espresso una spiccata preferenza per l’utilizzo del canale informatico: quasi 220mila contribuenti, infatti, si sono collegati al sito dell’Agenzia, più di 30mila contribuenti lo hanno chiesto negli uffici dell’Agenzia e circa 1600 hanno utilizzato il call center.
Il picco di richieste di rilascio del codice Pin si è registrato a marzo 2015 con oltre 137mila richieste (con l’avvicinarsi del giorno della disponibilità del precompilato online). Più di 57mila richieste sono arrivate nei primi 12 giorni di aprile.
A Como ci sono state 15.096 richieste 13.187 delle quali online e 1.822 al telefono.
Come funziona il 730 precompilato – Dal 1° maggio al 7 luglio sarà possibile accettare, integrare o modificare il modello e trasmetterlo all’Agenzia direttamente dal proprio computer o delegando il proprio sostituto d’imposta, un Caf o un professionista abilitato. Già da ora, però, l’Agenzia mette a disposizione dei contribuenti coinvolti la dichiarazione precompilata, proprio per consentire loro di consultare i dati presenti e di verificarne l’esattezza e la completezza.

I contribuenti che non hanno ancora chiesto la password e il PIN personali di accesso a Fisconline possono farlo collegandosi al sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it, telefonando al n. 848.800.444 oppure recandosi presso un qualsiasi ufficio delle Entrate (anche tramite delegato). Se la richiesta è effettuata allo sportello dal diretto interessato, vengono subito rilasciati la prima parte del codice Pin e la password di primo accesso. La seconda parte del PIN sarà in questo caso immediatamente fornita al contribuente via internet. Se la richiesta è invece effettuata online, per telefono, o tramite un soggetto delegato, la prima parte del codice viene rilasciata immediatamente, mentre la seconda parte e la password di primo accesso saranno inviate, a garanzia del contribuente, per posta al domicilio registrato in Anagrafe tributaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.