Molestie sul bus ad una ragazza disabile: sceglie il silenzio

Carcere del Bassone

Ha scelto di non rispondere alle domande del giudice che lo interrogava il giardiniere egiziano di 42 anni, residente ad Alzate Brianza, accusato di aver molestato una giovane di 25 anni affetta da sindrome di Down.

Palpeggiamenti che sarebbero avvenuti su un bus extraurbano di Asf Autolinee. A dare l’allarme gli altri passeggeri che avrebbero avvisato l’autista che poi, a sua volta, ha chiamato i carabinieri.

Oggi al Bassone era in programma l’interrogatorio di convalida di fronte al giudice delle indagini preliminari. L’indagato tuttavia si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.