Senza categoria

Molte le facce nuove nell’assemblea cittadina in caso di successo del centrosinistra

I nomi – Record di preferenze per Silvia Magni e Marcello Iantorno
Il netto vantaggio accumulato al primo turno autorizza il centrosinistra a ipotizzare scenari favorevoli per il ballottaggio.
Nessuno, ovviamente, dà per scontato alcunché, ma una cosa è chiara: la vittoria di Mario Lucini si tradurrebbe in una messe di seggi, qualcosa che la sinistra di Como non ha mai visto prima. Nemmeno ai tempi del Pci di Enrico Berlinguer.
Se Lucini dovesse insediarsi sullo scranno più alto di Palazzo Cernezzi, il Partito Democratico otterrebbe quindi 10 seggi
. Sette andrebbero alla lista Como Civica, 2 a Paco-Sel e uno ad Amo la mia città.
Per il Pd entrerebbero in consiglio comunale alcuni consiglieri uscenti e molte facce nuove. Tra i primi, va citata innanzitutto Silvia Magni, la più votata tra i candidati del centrosinistra (363 preferenze personali). Buono anche il risultato di Francesco Fragolino e di Andrea Luppi (quest’ultimo era entrato a Palazzo Cernezzi dopo le dimissioni di Luca Gaffuri seguite alla nomina a capogruppo regionale del partito).
Tra i volti nuovi il segretario cittadino, Stefano Legnani (capolista del Pd e capace di raccogliere 234 voti personali); Andree Cesareo, giovane praticante legale che lavora nello studio del segretario del Pd di Erba, Walter Gatti; Gioacchino Favara, sindacalista Uil; Vito De Feudis, fratello di Pasquale, già assessore socialista negli anni Ottanta; Raffaele Grieco; Guido Frigerio ex primario di oncologia del Valduce; Patrizia Lissi, infermiera professionale al Sant’Anna.
Discorso a parte va fatto per Marcello Iantorno, secondo degli eletti del Pd. Così come gli altri candidati alle primarie del centrosinistra (Bruno Magatti e Gisella Introzzi), anche Iantorno ha ottenuto un successo personale di un certo rilievo. «Segno – ha detto qualcuno – che le primarie fanno bene al centrosinistra».
Nella lista Como Civica da segnalare il successo di preferenze ottenuto da Marco Tettamanti (202 voti) e da Lorenzo Spallino (199 voti personali), capolista e da molti indicato quale possibile vicesindaco.
Tra i volti nuovi in consiglio comunale, sempre in caso di vittoria di Mario Lucini al ballottaggio, anche i medici Italo Nessi e Antonello Paulesu, l’operatore socio-sanitario Ivano Cairoli e il professore di educazione fisica Mario Forlano.

Nella foto:
Silvia Magni
9 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news
    Archivio
    Dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Numeri utili
    NUMERO UNICO DI EMERGENZA
    numero 112 lampeggianti
    farmacia Farmacie di turno farmacia

    ospedale   Ospedali   ospedale

    trasporti   Trasporti   trasporti
    Colophon

    Editoriale S.r.l.
    Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
    Tel: 031.33.77.88
    Fax: 031.33.77.823
    Info:redazione@corrierecomo.it

    Corriere di Como
    Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
    ROC 5370

    Direttore responsabile: Mario Rapisarda

    Font Resize
    Contrasto