Molteni duro con gli ex alleati «Niente accordi con chi ha tradito»

altMariano Comense

Commissarimento lampo a Mariano Comense. Nemmeno 24 ore dopo le dimissioni della maggioranza del consiglio comunale, siglate giovedì mattina nella segreteria del municipio brianzolo, il prefetto di Como ha nominato Corrado Conforto Galli commissario con pieni poteri. Il viceprefetto gestirà quindi il Comune di Mariano fino alle prossime elezioni, già fissate per il 25 maggio in corrispondenza anche del voto europeo.
Ieri intanto, oltre alle deliberazioni della Prefettura, si sono registrate

le prime reazioni politiche in casa Lega. Nicola Molteni, deputato canturino amico personale del sindaco uscente Alessandro Turati, ha postato su Facebook un duro commento parlando di «inciucio indecoroso» tra Forza Italia e Partito Democratico.
«Il commissariamento – dice Molteni – potrebbe tra l’altro causare un aumento della pressione fiscale, visto che il bilancio non era ancora stato approvato e il commissario avrà adesso mano libera per gestire come meglio crede tariffe e tributi».
Molteni annuncia una «battaglia durissima» per la prossima primavera e ovviamente chiude ogni strada a una possibile alleanza «con chi ha fatto fuori il nostro sindaco».
Sulla crisi aperta a Mariano Comense interviene anche Marco Mainardi, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia. «La Lega Nord – attacca Mainardi – ha dimostrato congiuntamente al suo sindaco gravi inefficienze nell’amministrare la città, rimanendo aggrappata alle poltrone, facendo purtroppo propria la regola dei singoli interessi rispetto a quelli della comunità».

Nella foto:
Il municipio di Mariano Comense è stato commissariato ieri dalla Prefettura

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.