Sport

Momenti di gloria-Azzurri castiga-grandi: indimenticabile 0-2 a San Siro

alt Il ricordo di una storica impresa
Nei suoi anni in A il Como metteva paura alle big come il Milan, sconfitto a casa sua
Quattro stagioni in serie A tra il 1949 e il 1953, cinque tra il 1984 e il 1989, poi qualche toccata e fuga. L’ultima poco più di dieci anni fa, con il mediocre campionato (era il torneo 2002-2003) disputato dalla squadra allenata prima da Loris Dominissini e poi da Eugenio Fascetti. La storia del Calcio Como non è caratterizzata da successi o scudetti, ma da tante soddisfazioni, quelle sì.
Non sono mancate quelle che possono essere definite delle imprese, soprattutto nella serie A degli

anni ’80. Non è un caso che Diego Armando Maradona, per sottolineare che il campionato di A di una volta era più difficile, abbia citato proprio il campo dei lariani: «Una volta era impossibile pensare di andare a vincere per 5-0 a Como», ha affermato il campione argentino.
Insomma, gli azzurri, come diceva una telenovela in voga all’epoca, facevano “piangere i ricchi”. E tra le lacrime amare, per citare l’impresa che forse più è rimasta nella memoria collettiva, ci sono quelle dei rossoneri.
Un successo storico, quello del Como allo stadio di San Siro, che il 13 gennaio del 1985 vinse contro il Milan per 2-0. Una tra le affermazioni che i tifosi comaschi di una certa età ricordano più volentieri. I gol furono realizzati da Pasquale Bruno e da Gianfranco Matteoli. Un match passato alla storia anche per la questione dei “tacchetti”. Grazie ai buoni uffici di Hansi Müller, all’epoca in forza al club lariano, l’Adidas fornì alla squadra comasca scarpe con tacchetti speciali adatti al terreno innevato. E così, mentre i milanisti continuavano a scivolare – e a chiedere la sospensione della partita – i lariani pensavano a condurre il match e a portare a casa il successo.
Un Como allenato da Ottavio Bianchi, il mister che poi, in anni successivi, a Napoli con Diego Armando Maradona avrebbe fatto piangere di nuovo i milanisti.
Di quella partita hanno parlato negli anni alcuni azzurri che erano in campo. «Rimane uno tra i più bei ricordi della mia carriera – ha detto il libero dell’epoca, Massimo Albiero – Una vittoria bellissima, una grande emozione. Vincere a San Siro non è da tutti».
«Pasquale Bruno in gol a San Siro? È normale che poi ci sia stato brutto tempo per quindici giorni consecutivi, con nevicate ininterrotte – ha invece sostenuto l’attaccante lariano Enrico Tedesco – Lo abbiamo preso in giro per molto tempo».

Nella foto:
Uno dei due gol del Como a San Siro il 13 gennaio 1985: una vittoria rimasta nel cuore dei tifosi azzurri
3 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto