Mondanità buona la prima

altI personaggi sotto i riflettori
L’esordio della stagione lirica è per tradizione una passerella di Vip e autorità con ospiti illustri

Autentico spettacolo nello spettacolo, la “prima” della stagione al Sociale che con il primo titolo in cartellone del repertorio lirico è anche passerella mondana, con signori in smoking e signore in abito da sera, con prevalenza del nero all’insegna della sobrietà ma non senza qualche concessione alla stravaganza e all’eccentricità.
Un evento immancabile, per i Vip locali. Tutti sotto lo sguardo vigile di Romano Pozzana, la storica maschera del Sociale come sempre da applausi

nella sua inappuntabile livrea. Significativa quest’anno del prestigio raggiunto dal Sociale è stata ad esempio la presenza del noto scenografo Ezio Frigerio insieme alla moglie Franca Squarciapino, costumista e vincitrice del premio Oscar nel 1990 per il film Cyrano de Bergerac. Tra gli habitué, ci sono anche personalità del mondo dello sport come il campione di calcio Gianluca Zambrotta. E non si può non ricordare Carla Porta Musa, decana della cultura comasca, appassionata di musica fin dai tempi del grande Arturo Toscanini, che ebbe modo di applaudire più volte alla Scala. Memorabile poi la presenza al Sociale per la Turandot del 2003 di un’ospite di eccezione, la nipote di Giacomo Puccini, Simonetta, curatrice del museo di Torre del Lago che ne custodisce le memorie. Quest’anno va ricordato anche che al concorso per voci nuove dell’As.Li.Co. ha partecipato Eva Wagner-Pasquier, direttore generale del Bayreuther Festspiele di Bayreuth e pronipote del grande Richard Wagner, il celeberrimo compositore tedesco di cui ricorre il bicentenario della nascita. E lo stesso concorso ha avuto in giuria personalità del calibro di Dominique Meyer (presidente della Wiener StaatsOper di Vienna). Tra i melomani di professione che hanno scelto le “prime” del Sociale vanno ricordati Carla Moreni, critico musicale di classica del “Sole 24 Ore”, Angelo Foletto di “Amadeus” e il fondatore del mensile “Musica viva” Lorenzo Arruga.

Nella foto:
L’eleganza femminile è protagonista nel foyer delle “prime”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.