Mondiali ciclismo: Nibali "arrivo a Imola in punta di piedi"

Lo Squalo veterano per la prova in linea. Cassani

(ANSA) – ROMA, 24 SET – "Entro in questo Mondiale un po’ in punta di piedi, non penso di essere la punta di diamante di questa trasferta, ma sicuramente credo che la Nazionale che Davide ha selezionato ha molte frecce nel suo arco". Vincenzo Nibali sceglie il basso profilo in vista della prova in linea di domenica ai mondiali di ciclismo che si sono aperti a Imola: il campione azzurro, tra i veterani della nazionale scelta dal tecnico Davide Cassani, non è l’uomo da battere, ma non perde la fiducia. "Rispetto alla mia ultima corsa di una settimana fa le cose non sono cambiate ha detto Nibali -. Dopo il Giro dell’Appennino non ho potuto avere altri riscontri, allenamenti a parte, che comunque ritengo abbastanza buoni. E’ stato un anno molto difficile, non è stato semplice essere subito in condizione, con questo tipo di ripartenza ho sofferto parecchio ma ho sempre cercato di lavorare con determinazione e consapevolezza che le cose possono cambiare da un giorno all’altro". L’Italia potrà contare anche su Diego Ulissi: "Percorso esigente e impegnativo con uno scenario aperto. Rincorrere eventuali fuggitivi sarà veramente difficile. Chi si muove con decisione riuscirà a fare la differenza. Le due salite nel finale di gara si faranno sentire". Tra i tanti veterani anche gli esordienti Andrea Bagioli, Gianluca Brambilla e Fausto Masnada. "Non siamo la Nazionale favorita, ma abbiamo dalla nostra coesione e siamo abituati alle grandi sfide -le parole di Cassani -. La gara sarà dura, i favoriti sono altri, ma noi possiamo puntare su qualcosa che nel ciclismo è sinonimo di Italia: la squadra". "Questo Mondiale sta dimostrando che l’Italia è in grado di fare le cose per bene anche nei momenti di difficoltà – le parole del presidente della federazione, Renato Di Rocco -. Grazie ad un prezioso lavoro di squadra si è potuto organizzare in poco tempo un grandioso appuntamento. Ringrazio le Istituzioni che hanno lavorato in sinergia, a cominciare dalla Regione Emilia Romagna del presidente Bonaccini, che ha dimostrato di credere nei grandi eventi sportivi veicolo di promozione del territorio". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.