Mondiali di ciclismo su strada, nuova candidatura del Ticino: ipotesi 2021 per la gara iridata
Sport, Territorio

Mondiali di ciclismo su strada, nuova candidatura del Ticino: ipotesi 2021 per la gara iridata

Fabian Cancellara in occasione della sua premiazione al recente “Mendrisio d’Oro”

Da una battuta a quello che potrebbe diventare un progetto concreto. Poco più di un mese fa il grande ex ciclista Fabian Cancellara, ritirando il riconoscimento alla carriera assegnatogli nell’ambito del “Premio Mendrisio d’Oro”, nel ringraziare disse: «Il Ticino è l’unica terra che potrebbe riportare i Mondiali di ciclismo su strada in Svizzera. Sarebbe bello; anzi, mi metto a disposizione per dare una mano e per far parte dello staff organizzativo».
Quella che poteva sembrare una boutade si è invece trasformata in qualcosa di concreto.
Perché tra i presenti alla serata c’erano le stesse persone che hanno portato i Mondiali a Mendrisio nel 1971 e nel 2009.
Renzo Bordogna (1971) e Marco Sangiorgio (2009) sono stati i responsabili dei due eventi iridati nel vicino Canton Ticino, che ha ospitato già per quattro volte la rassegna iridata.
E lo stesso Sangiorgio non nega che qualcosa si stia muovendo.

Una fase di gara a Mendrisio 2009

«Anche il Mondiale di Mendrisio 2009 era nato da una battuta – spiega – E posso confermare che stiamo pensando a riportare in Ticino questo grande evento». La data? «Preferisco gli anni dispari – dice Sangiorgio – perché preferisco evitare quelli di Olimpiadi e con grandi eventi calcistici. Un’ipotesi? Il 2021».
Finora i Mondiali sono assegnati fino al 2019. Saranno a Bergen (Norvegia, 2017), Innsbruck (Austria, 2018) e Yorkshire (Gran Bretagna, 2019). Il 2020 sarà deciso in dicembre e in pole position ci sarebbe il progetto-Veneto.

Marco Sangiorgio

«Posso affermare che una sola città non si potrà fare carico di tutto il Mondiale – spiega ancora Sangiorgio – Penso a una soluzione che unisca Lugano, Mendrisio e tutto il Sottoceneri e che coinvolga tutte le persone che in un passato, più o meno lontano, si siano impegnate per portare in Ticino questi grandi eventi, come Rocco Cattaneo, che curò Lugano 1996 e i Mondiali di monutain bike sul Monte Tamaro».
Massimo Moscardi

La partenza dei Mondiali di Mendrisio 2009

21 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto