Mondiali: Svizzera in fibrillazione per la gara con la Serbia

Bandiera Svizzera
Vladimir Petkovic, c.t. svizzero
Vladimir Petkovic, c.t. svizzero

Una febbre da Mondiale sempre più alta a pochi passi dal Lario. Mentre gli Italiani si limitano a guardare con tanti rimpianti le sfide calcistiche in Russia, nella vicina Svizzera, dopo il pari nella sfida iniziale contro il Brasile, cresce l’entusiasmo per la squadra del commissario tecnico Vladimir Petkovic.
I rossocrociati venerdì alle 20 saranno impegnati contro la Serbia, squadra che all’esordio si è imposta per 1-0 contro il Costa Rica. Una partita decisamente sentita nella Confederazione, dove c’è un’alta percentuale di persone originarie proprio della Serbia e che vivranno il match come una sorta di derby.
Di sicuro ci sarà il “tutto esaurito” nelle zone in cui sono stati allestiti i maxischermi, a partire da quello del centro di Lugano, che già è stato gettonatissimo per l’incontro di domenica scorsa contro la squadra di Neymar.
Nella vicina Confederazione in queste ore ha tenuto banco anche il caso Toni Esposito: negli ultimi minuti di Svizzera-Brasile al commentatore della tv elvetica è scappata una imprecazione in diretta. Ne sono seguiti un filmato di scuse del diretto interessato oltre che dell’emittente. «Come tutti i tifosi della Nazionale svizzera – ha scritto la Rsi nel suo comunicato stampa – Esposito si è lasciato trascinare dall’impeto e dalla passione dei concitati minuti finali; il che, tuttavia, non giustifica il suo comportamento oltre la norma».

I protagonisti della serie "Frontaliers"
I protagonisti della serie “Frontaliers”

Da una imprecazione agli sfottò per la mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali. Nuovo spot della serie “Frontaliers”, con Loris Bernasconi (guardia di confine) e il frontaliere Roberto Bussenghi.
Nell’ultimo sketch postato sulla pagina Facebook di Rsi Sport, Bussenghi cerca di scappare dalle grinfie di Bernasconi per guardare… Panama-Tunisia. Ma anche in questo caso, parte il sacrosanto sfottò. Dalla Svizzera arriva anche la proposta del Casinò Admiral di Mendrisio, imperniata proprio sull’evento mondiale. Il menu del suo ristorante propone pietanze in voga nei più prestigiosi ristoranti della Russia.
Ma non solo. Al Casinò è possibile seguire in diretta ogni gara della rassegna iridata e il 15 luglio, giorno della finale, sarà estratto un orologio Rolex Submariner tra tutti gli ospiti partecipanti al concorso “La Russia è servita”. Ulteriore omaggio al Paese organizzatore: serate con il soprano Olga Romanko e il sassofonista Claudio Sax fissate per il 21 giugno e per il 5 e 15 luglio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.