Cronaca

Monte Olimpino, il cimitero dimenticato. Molteni: «Lavori fermi ormai da mesi»

altNessuna risposta all’interrogazione

(p.an.) Palazzo Cernezzi si è dimenticato dei lavori per la realizzazione di oltre duecento nuovi loculi al cimitero di Monte Olimpino. Il cantiere è fermo ormai da mesi e il consigliere di “Uniti per Como”, Mario Molteni, va deciso all’attacco. “Solo occasionalmente si vede qualche operaio in cantiere – scrive Molteni – così un mese fa abbiamo depositato un’interrogazione al sindaco per avere notizie circa i costi e la data di consegna dei nuovi 216 loculi necessari per dare risposte a tutti i

residenti di Monte Olimpino, Sagnino, Ponte Chiasso e Tavernola”. Molteni lamenta di non aver ricevuto risposte e ricorda che la chiusura del cantiere era prevista per aprile, sì ma dello scorso anno.
«Ad oggi l’unica cosa certa – dice sempre Molteni – è la preoccupazione dei cittadini che ora si fermi tutto e l’opera terminata ormai per il 90% rimanga abbandonata nello stato attuale. Tutti si chiedono quali siano i motivi di questo ritardo». Sembrerebbe che per portare a termine i lavori previsti dal capitolato siano necessari ancora tre mesi e quindi, se dovesse ripartire il cantiere, per l’inizio dell’estate si potrebbe completare l’intervento. Ma questo sembra non essere sufficiente. «Pare che nel capitolato – dice Molteni – non siano state previste alcune opere che sono indispensabili per poter rendere operativa la struttura: ad esempio il montacarichi, le fontanelle per l’acqua, un bagno per disabili, raccordi carrabili tra la nuova struttura e il resto del cimitero, la realizzazione di una scala, recinzione».
Il consigliere comunale ha stimato anche la spesa per questi altri lavori, circa 110mila euro, con un finanziamento di 600mila per il lotto precedente già deliberato. Così scala, montacarichi e fontanelle non avrebbero la necessaria copertura. «Ecco perché è indispensabile impegnare da subito l’amministrazione comunale a mettere a bilancio la suddetta cifra con la massima priorità – spiega Molteni – È logico che ultimare i lavori permetterebbe al Comune di incassare immediatamente in quanto la richiesta è altissima e quindi diventa ancor più necessario mettere a disposizione questi spazi ai cittadini che ne hanno necessità». «Il rischio da evitare – dice sempre Molteni – è che il cantiere si fermi e diventi un’altra opera incompiuta, vedi Ticosa e Lungolago». Molteni ha calcolato pure il costo complessiva dell’opera, 800mila euro, con una spesa di circa 3.700 per ogni loculo.

Nella foto:
La sbarramento che divide il cimitero di Monte Olimpino dalla nuova ala con i lavori in corso
3 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto