Morti annegati nel lago, nessun collegamento tra i ritrovamenti. Inchiesta chiusa

Como, Tribunale Palazzo di Giustizia

Non c’è alcun collegamento tra i ritrovamenti, a distanza di meno di un’ora l’uno dall’altro, dei cadaveri di una donna e di un uomo, affiorati dall’acqua del lago martedì scorso, in mattinata, a Villa Olmo e in viale Geno. I corpi sono stati recuperati dai vigili del fuoco. Gli agenti della questura, intervenuti in entrambi i casi, hanno completato gli accertamenti. Il pm Massimo Astori ha disposto gli accertamenti sui due corpi e l’inchiesta si avvia verso una rapida conclusione. In entrambi i casi, secondo quanto emerso fino ad ora si tratterebbe di drammatici gesti volontari. La donna era morta da poco quando è stato trovato il corpo. L’uomo era annegato già da alcuni giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.