Morti sospette all’Ospedale di Saronno: salgono a 15 gli indagati

Ospedale di Saronno

Sale ancora il numero degli indagati nella vicenda delle morti sospette al pronto soccorso dell’ospedale di Saronno. Il quindicesimo nome sarebbe quello di una parente comasca dell’infermiera Laura Taroni. Quest’ultima è stata arrestata la scorsa settimana con l’accusa pesante di aver ucciso il marito con un mix letale e progressivo di farmaci.
Indagato per lo stesso reato anche l’ex viceprimario del pronto soccorso di Saronno, Leonardo Cazzaniga, compagno della Taroni.
Quest’ultimo (che deve rispondere di altri quattro delitti per aver somministrato farmaci a pazienti anziani o terminali)  ha visto rigettare dal giudice delle indagini preliminari la propria istanza di arresti domiciliari, dopo che nell’interrogatorio davanti al gip aveva detto di aver dato medicine non per uccidere ma per alleviare le sofferenze dei suoi pazienti.
In settimana il medico verrà nuovamente sentito dal pubblico ministero titolare del fascicolo.

 

Articoli correlati