Morti sospette in corsia a Saronno: è ripresa l’udienza preliminare
Cronaca

Morti sospette in corsia a Saronno: è ripresa l’udienza preliminare

Nessuna responsabilità civile per la Regione Lombardia e per il primario del pronto soccorso dell’ospedale di Saronno, dove avvennero le presunti morti sospette. A essere coinvolta, eventualmente, sarà dunque solo l’Azienda socio sanitaria Valle Olona cui faceva capo il nosocomio. È questa la decisione del giudice del tribunale di Busto Arsizio dove ieri mattina è ripresa l’udienza preliminare a carico di Leonardo Cazzaniga, ex medico del pronto soccorso, e dell’infermiera di Lomazzo Laura Taroni. L’udienza è stata poi rinviata al 25 settembre quando proprio la Taroni, in incidente probatorio, sarà chiamata a rispondere alle domande in merito a quanto le viene contestato, ovvero un ruolo nella morte del marito. A Cazzaniga la Procura contesta invece quattro morti sospette causate con un mix di farmaci in sovradosaggio.

19 Settembre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto