Mostra di Leonardo Genovese a Figino Serenza

Torna sul Lario Leonardo Genovese, fotografo e cineasta sperimentale, milanese e di origini lucane, che ha già esposto alla Galleria Cons Arc di Chiasso le sue splendide foto in bianco e nero e in terra di Brianza altri lavori più recenti. Domani sarà a Figino Serenza dove dalle ore 17.30 inaugurerà una nuova personale allo spazio “56” di via Vico Necchi al civico 56. La mostra si intitolerà  “Espressione dell’Eidos”. In greco, Eidos, εἶδος, è la forma, è la natura interna e profonda delle cose, è il nucleo imperscrutabile, è ciò che rende una cosa quello che è, e senza la quale non è più. Invisibile e intimo, è l’essenza invariabile. E Leonardo Genovese, nelle sue fotografie, è capace di impressionare e fissare gli eidoi delle cose del mondo. In occasione di questo appuntamento autunnale, il “56” torna così a ospitare sul Lario  l’artista Leonardo Genovese, accompagnato da densi scritti critici di Angela Madesani (studiosa e storica della fotografia) e Giuseppe Lupo. Dopo i primi anni di esperienza nel cinema, la sua ricerca espressiva è oggi concentrata su un doppio asse artistico: l’indagine metafisico-astratta e il filone iperrealista-magico. Il suo interesse principale resta, da sempre, l’immagine, che viene declinata confrontandosi con le memorie ancestrali dell’Italia rurale e con le suggestioni di poeti di frontiera come Leonardo Sinisgalli. Al “56”, Leonardo Genovese esporrà “Degli Oggetti”, serie di 120 fotografie, 2012-2018; “Cavalli Blu”, 3 fotografie, 2014; “Germinale”, 2015; il video Eidos, 18’, colore, 35 mm, 2011. Ingresso libero, visite fino al 20 novembre su appuntamento telefonando allo 031.781586 da lunedì a venerdì.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.