Cronaca

Mostra di Villa Olmo, comunicazione al palo

alt A poco più di un mese dall’inaugurazione
L’assessore Cavadini: «La promozione partirà nelle vicinanze dell’evento»
Manca poco più di un mese all’apertura della mostra di Villa Olmo “Ritratti di città” (l’inaugurazione è in calendario per il 26 giugno, l’apertura sarà fino al 16 novembre) e non c’è ancora un manifesto in giro, né una mail nelle caselle di posta elettronica di enti del turismo, promotori, giornalisti.
L’ultimo comunicato stampa ufficiale risale a dicembre scorso, quando la mostra è stata varata ed è stato annunciato l’ingresso in campo di un nuovo curatore: dopo la fallimentare

esperienza del 2013 con Marco De Michelis, arriva il critico d’arte Flaminio Gualdoni. Un caso più unico che raro, la latitanza di informazioni e lanci promozionali, a un mese dall’esordio, nel panorama delle esposizioni d’arte. Anche nel caso di Como. E mentre dietro le quinte e nei corridoi comunali serpeggiano voci di molteplici disagi per la nascente mostra, chiediamo il perché di tale situazione all’assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi Luigi Cavadini. Che con poche parole inquadra la situazione,
Avete in programma una presentazione della mostra a breve? Avete scelto l’immagine guida dell’evento?
«La promozione sul territorio della mostra partirà nelle vicinanze dell’evento. Non intendiamo partire troppo in anticipo, visto che l’obiettivo è programmare tutto il corso dell’esposizione. Le riviste mensili e i periodici sono già stati avvisati per tempo.”
Avete già incaricato un ufficio stampa? Pare che non sia stato ancora nominato un soggetto che si occuperà dei media.
«Non so chi ci sia all’ufficio stampa, non li ho ancora incontrati. Ha tutto in mano la società Sae. Di sicuro non sono quelli dello scorso anno (Clp di Luca Melloni ndr). Sae sa muoversi bene con i moderni mezzi di comunicazione come Twitter e Facebook, è fondamentale per promuoversi oggi».
Ma vi state muovendo con le scuole, per aumentare il flusso di visitatori da settembre a novembre, visto che non ci sarà il pubblico primaverile?
«A breve comunicheranno il programma della mostra agli istituti, che già entro luglio devono programmare le attività culturali per settembre».

L.M.

Nella foto:
L’assessore alla Cultura, Luigi Cavadini, a Villa Olmo
17 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto