Motocorsa, primi test verso il Mondiale Sbk. La squadra di Lurago d’Erba con il pilota argentino Mercado

36 Leandro Mercado,ARG Ducati Panigale V4 R,Motocorsa Racing

Primi test stagionali, sui tracciati di Jerez de la Frontera (Spagna) e Portimao (Portogallo), per il Team Motocorsa Racing di Lurago d’Erba e per il pilota Tati Mercado, che nel 2020 saranno protagonisti nel Mondiale Superbike.
La stagione del pilota argentino e della squadra comasca prenderà il via nel fine settimana del 29 marzo in Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera.
I primi due giorni sul circuito andaluso di Jerez sono stati caratterizzati dal maltempo con team e piloti costretti a rivedere i loro programmi di sviluppo. Nella prima sessione Mercado ha concluso con 25 giri al suo attivo, registrando il miglior tempo in 1’55’’361. Nella seconda i giri sono stati 54, con un netto miglioramento sul riscontro cronometrico 1’44’’451.
Terminato il primo appuntamento di Jerez, squadra e pilota si sono spostati a Portimao. Il bilancio della trasferta portoghese è stato nel complesso positivo: Mercado ha terminato con il tempo di 1’42’’462, il dodicesimo a confronto con gli altri protagonisti della serie iridata.
«Consapevole di misurarmi con le migliori squadre al mondo e di partecipare ad un campionato il cui livello è altissimo, posso ritenermi soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto» ha detto il manager di Motocorsa Racing, Lorenzo Mauri, che poi ha aggiunto: «Guardando i dati, posso essere soddisfatto del pilota; si è dimostrato molto professionale con un metodo di lavoro che sposa perfettamente il sistema operativo del team».
«Sono molto soddisfatto dei primi test, sono stati importanti» ha sottolineato dal canto suo Tati Mercado. L’argentino ha poi aggiunto: «A Jerez abbiamo girato sul bagnato riuscendo a creare una base di setup. Nel secondo giorno le condizioni non erano ideali per poter spingere, mentre a Portimao, la pista asciutta ci ha permesso di lavorare di più. Abbiamo provato diverse configurazioni che ci hanno fatto capire la direzione in cui andare. Ogni volta che entravo in pista il feeling con la moto migliorava; c’è ancora molto lavoro da fare ma con la squadra mi sono trovato subito molto bene, formando un bel gruppo di lavoro. Ora bisogna studiare i dati per affrontare l’ultimo test prima del campionato».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.