Musei svizzeri, nuove chiusure per virus

Lo scrittore Hermann Hesse

Dato lo stato di necessità dichiarato dal Consiglio di Stato ticinese (Decreto 1262), per il contenimento del contagio da COVID-19, da oggi sino al 29 marzo, il Museo delle Culture di Lugano diretto dal comasco Francesco Paolo Campione sospenderà temporaneamente l’attività espositiva nella sua sede di Villa Malpensata.  Il Museo intensificherà durante tale periodo i propri canali digitali per restare connesso con il pubblico. L’esposizione temporanea «Fiori sul ciglio della strada. Tappeti e tessuti del Marocco. La Collezione Korolnik», la cui apertura era prevista per il 28 marzo, sarà regolarmente allestita nelle Sale dello Spazio Cielo, al terzo piano di Villa Malpensata, e sarà aperta al pubblico dal primo giorno di ripresa del Museo, per adesso fissato per il lunedì 30 marzo.

Anche il Museo Hermann Hesse di Montagnola presso Lugano chiude temporaneamente per virus da oggi al 29 marzo, sospendendo temporaneamente tutte le attività del suo programma culturale (letture, visite guidate, eventi). Il Caffè Boccadoro rimane aperto tutti i giorni dalle 7 alle 18 (sabato e domenica dalle 9.30 alle 18.00) fino a nuovo avviso. Da subito il Caffè Boccadoro offre gratuitamente le mappe escursionistiche per passeggiate individuali sulle orme di Hermann Hesse che qui compose alcuni dei suoi libri più importanti come “Siddharta”. Anche il Museo Comunale d’Arte Moderna e il Museo Castello San Materno di Ascona rimangono chiusi da oggi sino al 29 marzo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.